Avere un sito Web eccezionale sembra un must con così tanta concorrenza, indipendentemente dalla nicchia in cui investi tempo e denaro. Sebbene la maggior parte delle persone abbia sentito parlare del termine dominio e lo abbia collegato a siti Web, per crearne uno è necessario sapere davvero di cosa si tratta.

Che tu sia quello che fa la programmazione, quello che lo supervisiona o solo un investitore, probabilmente vorrai saperne di più su di loro. Non solo i domini sono importanti, ma lo sono anche i sottodomini.

Continua a leggere per imparare tutto su di loro e su come usarli a tuo vantaggio.

Indice ☰

Che cos'è un sottodominio?

Un sottodominio è un dominio di secondo livello aggiunto a un dominio esistente. È possibile utilizzare questa opzione per vari motivi, inclusi i seguenti.

  • Separare le diverse parti del tuo sito web
  • Crea più siti web con uno nome di dominio
  • Testa nuovi design o contenuti prima di rilasciarli. caricamento sul sito principale

Ad esempio, se hai un sito web chiamato blogpascher.com, puoi creare un sottodominio chiamato blog.blogpascher.com.

Cos'è un dominio?

Prima di addentrarci troppo nei sottodomini, vediamo prima cosa a nome di dominio.

Un nome di dominio è l'indirizzo che le persone digitano per visitare il tuo sito web. È ciò che viene dopo il simbolo "@" negli indirizzi email. Lo vedi rappresentato come URL  nella parte superiore del browser quando visiti un sito web.

Ad esempio, il nome di dominio di questo sito Web è blogpascher.com.

Sottodomini: descrizione, funzionamento, esempi, ecc...

Qual è la differenza tra un dominio e un sottodominio?

La principale differenza tra un dominio e un sottodominio è che i sottodomini fanno parte di un dominio più ampio. Puoi creare più sottodomini per un sito web.

Leggi anche: Perché separare WordPress e il nome di dominio

Ogni sottodominio diventa un'estensione del dominio principale. Un altro modo di pensare è che i sottodomini sono come cartelle in un sistema di archiviazione. I domini sono come la cartella di lavoro principale. Un sottodominio è una sottocartella in questo file system.

A cosa serve un sottodominio?

Un sottodominio ti consente di separare il tuo materiale online in sezioni più organizzate. Questa caratteristica è fondamentale per il tuo sito web, soprattutto se hai diverse categorie che necessitano di uno spazio proprio.

Di seguito sono riportati alcuni esempi dei principali vantaggi dell'utilizzo dei sottodomini.

1. Crea un negozio online

È relativamente comune per molti siti Web avere un negozio di e-commerce che integri il marchio dei contenuti. Ad esempio, la pagina principale del sito ufficiale del NBA è tutto incentrato sul programma, i punti salienti dei giocatori e le notizie.

Se vuoi sfogliare la merce, devi andare a shop.nba.com per visualizzare una pagina dedicata allo shopping online indipendente dalla pagina principale. Non tutti i visitatori apprezzeranno vedere prodotti fortemente pubblicizzati su siti Web che dovrebbero essere per informazioni e aggiornamenti.

Avendo un sottodominio per il tuo negozio online, offrirai al tuo pubblico una migliore esperienza di navigazione.

2. Migliore distinzione di mercato

Uno degli usi principali dei sottodomini è adattare i contenuti Web a paesi e regioni specifici. Molte aziende internazionali utilizzano i sottodomini per garantire che il loro materiale online sia accettabile a livello locale e internazionale.

Puoi vedere questo vantaggio utilizzato da agenzie di stampa come Yahoo.

Ad esempio, digitando » uk  "invece di solo" www  prima di yahoo.com, verrai indirizzato alla home page di Yahoo con titoli, aggiornamenti meteo e altri eventi attuali per i telespettatori residenti nel Regno Unito.

Con questa funzione, i tuoi visitatori hanno l'opportunità di interagire con il tuo sito web senza cercare il contenuto che fa per loro.

Alcuni siti Web utilizzano il sottodominio per identificare la lingua della pagina Web. Ad esempio, vedrai il sottodominio » en  se guardi la versione inglese di blogpascher.

Quando ha senso utilizzare i sottodomini?

Sottodomini: descrizione, funzionamento, esempi, ecc...

La separazione delle sezioni del sito Web non è l'unica volta in cui ha senso utilizzare i sottodomini. Un altro modo è creare più siti Web con un singolo nome di dominio.

Utilizza questa opzione quando desideri creare siti web separati per diverse parti della tua attività o per diversi prodotti o servizi che offri. Puoi utilizzare un sottodominio per testare nuovi design o contenuti prima di rilasciarli. caricamento sul sito principale.

Vale la pena assicurarsi che tutto funzioni correttamente prima di apportare modifiche all'intero sito web. In sostanza, puoi correggere i bug senza utilizzare un sito intermedio.

Alternative: sottodominio vs sottodirectory

Molti si chiedono quale di queste due sia la scelta migliore per la creazione di siti web. A questo punto, abbiamo risposto a cosa sia un sottodominio, quindi questa volta diamo un'occhiata alla definizione di una sottodirectory.

Come un sottodominio, una sottodirectory consente di organizzare le pagine Web disponibili all'interno di un dominio. La distinzione più ovvia tra i due è la loro collocazione. Il primo si trova prima del dominio di secondo livello, mentre il secondo si trova subito dopo il TLD.

Cos'è meglio?

Per quanto riguarda quale sia l'opzione migliore, dipende dal tipo di contenuto e dalle dimensioni del tuo pubblico.

I sottodomini sono superiori se stai costruendo o mantenendo una grande attività o un interesse con più categorie. Avrai un'esperienza più fluida nella gestione dei tuoi documenti digitali. Questo è soprattutto se hai un negozio di e-commerce o se ti rivolgi a un pubblico straniero con una lingua diversa.

Le sottodirectory sono le migliori se stai gestendo un sito web che non necessita di troppi aggiornamenti a breve termine. Se le tue pagine web sono abbastanza simili tra loro nel design, è meglio usare le sottodirectory invece dei sottodomini.

Per quanto riguarda la SEO, vedrai affermazioni contrastanti secondo cui i sottodomini sono più adatti ai fini del ranking e viceversa. Non lasciare che questo fattore influenzi la tua scelta tra i due.

È perchè la qualità dei tuoi contenuti è ancora il miglior indicatore di un ottimo posizionamento nei motori di ricerca.

Come configurare un sottodominio?

Il processo per la creazione di sottodomini è diverso per ogni registrar di domini, ma il processo generale è generalmente simile.

Dai un nome al tuo sottodominio

Il processo inizia decidendo quale nome dare a ciascun sottodominio.

Come chiami il tuo sottodominio?

Quando si nomina un sottodominio, ci sono alcune cose da tenere a mente.

  • Assicurati che il nome del sottodominio sia pertinente al contenuto che intendi inserirvi
  • Sii breve
  • Evita di usare i trattini
  • Non usare parole confuse

Ad esempio, se stai creando un sottodominio per il tuo nuovo blog, puoi chiamarlo "blog" o "news".

Se crei un sottodominio per un prodotto, puoi utilizzare il nome del prodotto come sottodominio.

Alcuni esempi di sottodomini includono le seguenti idee.

  • blog.esempio.com
  • prodotto.esempio.com
  • support.example.com
  • shop.example.com
  • notizie.esempio.com

Accedi al tuo cPanel

Con la maggior parte delle società di hosting, dovrai accedere al tuo cPanel per nominare e configurare un sottodominio.

Come accedi al tuo cPanel?

Se non sai come accedere al tuo cPanel, il primo passo è verificare con il tuo host web. Può fornire istruzioni su come procedere. In generale, però, ecco come funziona per connettersi.

Innanzitutto, devi andare sul sito Web del tuo provider di hosting e trovare la pagina di accesso. Di solito si trova nell'angolo in alto a destra della home page. Una volta trovata la pagina di accesso, inserisci il tuo nome utente e password.

Leggi: Cos'è il cPanel? Guida per principianti per iniziare con cPanel

Naviga e inserisci il tuo sottodominio

Dopo aver effettuato l'accesso, è possibile trovare l'area del sottodominio.

Come accedere e inserire il tuo sottodominio?

Utilizza questi semplici passaggi nella maggior parte degli account di hosting.

  1. Cerca la sezione "Domini" e fai clic su di essa
  2. Scorri verso il basso fino a visualizzare "Sottodomini"
  3. Cliccaci sopra
  4. Inserisci il nome del sottodominio che desideri nel campo "Sottodominio".
  5. Dal menu a discesa "Dominio", seleziona il dominio che desideri utilizzare per il tuo sottodominio
  6. Fai clic sul pulsante "Crea" quando hai finito

Crea un nuovo record DNS

Il passaggio successivo consiste nel creare un nuovo record DNS per il tuo sottodominio.

Cos'è un record DNS?

DNS significa Domain Name System. Un record DNS è fondamentalmente un insieme di istruzioni che indica a Internet come trovare il tuo sito web. Quando inserisci un nome di dominio, il sistema DNS utilizza questi record per indirizzarti al sito Web corretto.

Come creare un nuovo record DNS?

Accedi al tuo strumento di gestione DNS. Trova il pulsante " Aggiungi un nuovo record E fai clic su di esso.

Scegli il tipo di record che desideri creare dal menu a discesa. Il tipo più comune per i sottodomini è " Un record '.

Inserisci il nome del sottodominio nel campo " Cognome“. Se vuoi creare un sottodominio chiamato blog, inserisci "blog" in questo campo.

Nel campo "TTL", puoi lasciare il valore predefinito. Significa Tempo di vivere e fondamentalmente controlla per quanto tempo i server DNS memorizzeranno nella cache il record DNS.

Nel campo "Indirizzo IP", devi inserire l'indirizzo IP del tuo sottodominio. Puoi trovarlo nella tua area di gestione del sottodominio in cPanel.

Di solito è elencato come " Un record".

Fai clic su Crea e attendi che il tuo sottodominio venga risolto

Clicca sul bottone Aggiungi record "una volta che hai finito. Dovrai attendere qualche ora affinché tutto si risolva e diventi “live” sul sito web. Al termine, il tuo sottodominio sarà configurato e pronto per l'uso.

Puoi iniziare a creare contenuti, configurare account di posta elettronica, ecc...

Sottodomini vs sottodirectory per SEO

Se ti stai chiedendo se dovresti usare sottodomini o sottodirectory per il tuo sito web, non c'è una risposta facile. Dipende da una serie di fattori, inclusi gli obiettivi e la struttura del tuo sito web.

In generale, i sottodomini sono i migliori per sezioni completamente diverse del tuo sito Web rivolte a un pubblico diverso. Potrebbe essere necessario separare il tuo dominio principale dal tuo negozio online.

Usa un sottodominio in questa situazione.

Cos'è una sottocartella o una sottodirectory?

Le sottodirectory, d'altra parte, sono più adatte per sezioni diverse, ma strettamente correlate, del tuo sito web. Se hai un sito web per cani e desideri creare una sezione di addestramento per cani, utilizza una sottodirectory.

In definitiva, spetta a te decidere quale approccio funziona meglio per il tuo sito web.

Quali sono le implicazioni SEO dei sottodomini?

Ci sono alcune cose da tenere a mente quando si tratta di sottodomini e SEO. Innanzitutto, Google tratta i sottodomini come siti Web separati. Ciò significa che avranno bisogno di contenuti, tag titolo e meta descrizioni unici.

In secondo luogo, i sottodomini avranno il proprio set di backlinks. Quindi, se stai utilizzando un sottodominio per promuovere un nuovo prodotto, devi creare il suo profilo di collegamento da zero.

Infine, i sottodomini possono dare al tuo sito web una spinta nel posizionamento nei motori di ricerca. Se disponi di un sottodominio ben ottimizzato con contenuti di qualità, potrebbe posizionarsi più in alto rispetto al tuo sito Web principale.

Quali sono esempi di sottodomini?

Ecco alcuni esempi comuni di sottodomini.

  • blog.esempio.com
  • shop.example.com
  • support.example.com
  • Secure.esempio.com

Ecco due ulteriori idee per i sottodomini da considerare.

Il sottodominio "FTP" è un caso d'uso di sottodominio comunemente utilizzato. Viene utilizzato per l'accesso FTP a un sito web.

FTP significa " File Transfer Protocol ed è utilizzato per trasferire file tra computer.

Il sottodominio FTP potrebbe avere questo aspetto: ftp.example.com. Puoi anche utilizzare i sottodomini per la posta elettronica. Ad esempio, puoi configurare un account e-mail utilizzando il sottodominio mail.example.com.

Vantaggi dei sottodomini

L'utilizzo dei sottodomini presenta alcuni vantaggi. I sottodomini possono aiutarti a segmentare il tuo sito web. Se disponi di un sito Web di grandi dimensioni, i sottodomini possono facilitare ai visitatori la ricerca dei contenuti che stanno cercando.

Un sottodominio può aiutare a rivolgersi a segmenti di pubblico diversi. Ad esempio, puoi utilizzare un sottodominio per indirizzare le persone in una posizione specifica.

Perché usare un sottodominio?

Puoi utilizzare un sottodominio per testare nuove idee. Se non sei sicuro che una nuova funzione del sito web funzionerà, crea un sottodominio. Usalo per testare l'idea senza influenzare il tuo sito web principale.

I sottodomini sono relativamente facili e poco costosi da configurare. Nella maggior parte dei casi, puoi configurare un sottodominio in pochi minuti.

Domande frequenti

Potresti avere ancora alcune domande sui sottodomini. Ecco tre domande comuni sull'argomento.

Sottodomini: descrizione, funzionamento, esempi, ecc...

I domini di secondo livello sono fondamentalmente gli stessi di un sottodominio, giusto?

Non abbastanza.

Un dominio di secondo livello (SLD) è la parte del dominio che precede il punto. Ad esempio, sul campo blogpascher.com, “blogpascher” è il SLD.

Creerai un sottodominio dal dominio principale. Con un dominio chiamato blogpascher.com, puoi creare un sottodominio chiamato shop.blogpascher.com.

Cos'è un numero di sottodominio?

Puoi creare sottodomini digitali. Ad esempio, se hai un sito web chiamato blogpascher.com, puoi creare sottodomini come 21.blogpascher.com.

Puoi usarli per vari scopi. Puoi utilizzarli per reindirizzare il traffico a una pagina specifica del tuo sito web o per segmentare i contenuti del tuo sito web.

Cos'è un sottodominio in un indirizzo email?

Un sottodominio di posta elettronica è un sottodominio utilizzato per gli account di posta elettronica. Se hai un sito web chiamato blogpascher.com, puoi creare un account e-mail utilizzando il sottodominio mail.blogpascher.com.

I sottodomini e-mail sono in genere utilizzati da aziende e organizzazioni.

Altre risorse

Conclusione

Le possibilità per i sottodomini sono infinite. Usali per qualsiasi cosa tu voglia, inclusa la creazione di un sito web o di una sezione separata del tuo sito web.

L'unico limite è la tua immaginazione. Vai a creare il tuo primo sottodominio oggi.