Smetti di sprecare tempo e denaro

Crea facilmente il tuo sito web o blog in pochi minuti!

Elementor è lo strumento più semplice e soprattutto più veloce per creare qualsiasi tipo di sito web o blog. Nessuna conoscenza tecnica è richiesto ed è perfetto per principianti o utenti professionali. Puoi farlo da solo quindi fallo!

A volte è necessario spostare un'installazione di WordPress da un posto all'altro, questa è la migrazione. Può trattarsi dello spostamento di un'installazione singola o multisito su un altro server, da un singolo sito a un'installazione multisito o da un sito contenuto in un'installazione multisito a una singola installazione. In questo tutorial, ti mostrerò come migrare facilmente il tuo sito WordPress.

Prima di tutto, devi prima fare un backup del tuo sito, perché la migrazione del sito non è sempre priva di pericoli. Per il backup, ma anche per la migrazione, utilizzeremo il plugin Istantanea. Questo plugin era originariamente uno strumento di backup del sito WordPress, ma come puoi vedere si è evoluto come strumento di migrazione.

NOTA : Qualunque sia la direzione in cui si migra, la procedura è pressoché la stessa, resta semplice, e ogni volta vi consiglierò di considerare una sfumatura. Anche perché la migrazione induce trasferimenti di file (upload / download), sarebbe bene pensarci aumentare il limite massimo della memoria di WordPress, al fine di evitare determinati problemi.

Salva il tuo installazione di WordPress con Snapshot

La prima cosa è installare e attivare Snapshot. Al termine, visita Istantanea> Impostazioni per configurare il plugin. Tra le altre opzioni sono disponibili il nome e il percorso della directory di backup, le opzioni per la gestione della memoria del server durante i backup e i file esclusi dai backup (file di grandi dimensioni come ad esempio i video). Sarebbe anche consigliabile configurare una o più destinazioni dei file di backup in Istantanea> Destinazioni. Hai la possibilità di scegliere tra S3 Amazon, Dropbox, FTP / SFTP, e Google Drive.

Quando è impostato Snapshot, vai a Istantanea> Aggiungi nuovo per creare un nuovo backup. Il processo è molto semplice.

Nella sezione Informazioni Snapshot, indica il percorso del sito da salvare se sei in modalità multisito, assegna un nome al backup (in modalità semplice, non avrai questo problema) e inserisci le note per identificarlo.

Informazioni Snapshot

Nella sezione Quali file archivio, scegli i tipi di elementi di cui eseguire il backup. Per una copia fedele del tuo sito, fai clic sul pulsante di opzione Includere i file selezionati e seleziona tutte le caselle visualizzate in modo dinamico. Se prevedi di conservare l'istantanea su DropBox, puoi lasciare il pulsante di opzione Archivia.

snapshot-files

Nella sezione Ciò che le tabelle di archivio fare clic sul pulsante di opzione Includi tabelle del database selezionati in questa istantanea e assicurati di spuntare tutte le caselle di controllo che appaiono. Così salverai tutta la tua base di dati.

Nella sezione Quando archiviare dai la frequenza dei tuoi backup e il numero massimo di snapshot da conservare. Quando viene raggiunto questo numero, i backup più vecchi vengono eliminati durante i backup. Maggiore è questo numero, maggiore sarà lo spazio necessario sul server.

Infine, in sezione Dove per salvare l'archivio si dà la destinazione del file di backup.

Quando tutto sembra ok, cliccare sul pulsante Crea Snapshot per avviare il processo di backup. L'operazione richiederà alcuni minuti. Quando vedi un messaggio di successo nella parte superiore della pagina, puoi procedere al processo di migrazione del tuo sito.

Migrare vostro sito WordPress

Ora che hai il backup, puoi migrare sul tuo sito. Per questo, distribuisci sul tuo nuovo server una nuova installazione di WordPress, semplice o multisito in base alle tue esigenze.

Installa e attiva lo stesso temi e plug-in solo sul sito da migrare. Quindi fai lo stesso per il tema che desideri utilizzare sul sito migrato. Deve essere attivato anche se è incluso nel backup. In questo modo, il tuo sito sarà attivo e funzionante non appena la migrazione sarà completata.

Installa e attiva Snapshot anche lì, se non lo è già. Incontro Istantanea> Importa e nella parte inferiore della finestra visualizzata, inserisci l'URL o il percorso del backup. Ciò implica che durante il backup, se hai scelto Amazon S3 o Dropbox come destinazione, dovrai rendere temporaneamente pubblico il file di backup, condividerlo tramite link o copiarlo in una directory accessibile dalla tua nuova installazione.

Dopo aver inserito un collegamento valido al file inserito, fare clic su Scan / Import Istantanee. Di seguito dovrebbe apparire un messaggio di operazione riuscita.

snapshot-scan-import

proseguire Istantanea> Tutte le istantanee per visualizzare l'elenco dei profili di backup importati. In quest'ultimo, trova quello che ti interessa e fai clic sul link Ripristinare che viene visualizzato di seguito quando si passa con il mouse.

snapshot-importati

Questo ti porterà alla pagina dei file di archivio (.zip) per i tuoi backup. Potrebbero essere diversi, quindi trova quello che ci interessa e clicca sul link Ripristinare. In questo esempio ne ho solo uno.

snapshot-redirect

È nella pagina successiva, in questo caso la pagina di ripristino, che è possibile rivedere le opzioni, gli elementi che si desidera migrare alla nuova installazione, eventualmente modificare nome di dominio e completare la migrazione.

Completare i campi di migrazione e di cambiamento

Scorri verso il basso la pagina di ripristino fino alla sezione Blog opzioni di ripristino. Qui è dove puoi cambiare l'URL del tuo file  file di backup in modo da poterli utilizzare con il nuovo nome di dominio. Per fare questo clicca sul pulsante Cambiamento di di fronte ai campi URL del sito. Nel campo visualizzato, inserisci il percorso o l'ID del tuo nuovo sito (nel caso in cui esegui la migrazione a un multisito). Fare clic sul pulsante Lookup  e vedere il sito che avete scelto.

snapshot-scambio-dominio

Nella sezione Cosa tabelle per il ripristino?, Scegliere il pulsante di opzione Ripristina le tabelle del database selezionate e cliccare sul link Seleziona tutto situato come risultato di tabelle WordPress globali.

snapshot-restore-db

Nella sezione Quali file ripristinare? Scegliere il pulsante di opzione Includere i file selezionati e assicurati di selezionare tutte le caselle visualizzate. Se si sta eseguendo la migrazione a un'installazione multisito, alcune caselle (wp-config.php et .htaccess) potrebbe non essere disponibile.

Nella sezione Opzioni tema di ripristino, assicurarsi che la casella di controllo Spegnere tutti i plugin non lo è controllato e che hai scelto il tuo tema. Tutto quello che devi fare è fare clic sul pulsante Restore Snapshot.

snapshot-restore-complete

Puoi vedere che è facile migrare un'installazione di WordPress e persino cambiarne il dominio. Sono necessari solo pochi minuti, a seconda delle dimensioni dell'installazione da migrare. Inizi creando un backup e quindi una nuova installazione di WordPress in cui distribuisci il backup. Per gli esempi in questo tutorial, ho migrato una semplice installazione di WordPress a un'installazione multisito. Potresti provare a fare lo stesso imparando prima come installare e amministrare WordPress moda multisito.

 

%d ai blogger piace questa pagina: