Vai al contenuto principale

La canonizzazione di WordPress resa semplice con SmartCrawl

Divi: il tema WordPress più semplice da usare

Divi: il miglior tema WordPress di tutti i tempi!

più Download di 901.000, Divi è il tema WordPress più popolare al mondo. È completo, facile da usare e viene fornito con oltre i modelli gratuiti 62. [Consigliato]

L'ignoranza è sicuramente non felicità nel mondo SEO. In questo articolo, trattiamo un elemento di ranking di ricerca relativamente semplice che molti utenti di WordPress trascurano.

Se vuoi massimizzare il tuo posizionamento su Google (e assicurarti di non essere penalizzato), devi rendere tuo ogni elemento della SEO: dal tuo profilo di collegamento all'ottimizzazione in loco, ecc.

Può sembrare ingiusto per i neofiti - dopotutto, come voi dovrebbe sapere cosa fare? La semplice risposta è che non puoi saperlo.

le produttivo La risposta è che, anche se potresti non saperlo, devi imparare.

Con questo in mente, oggi voglio toccare un elemento relativamente semplice della SEO che molti utenti di WordPress non considerano nemmeno: la canonizzazione.

Non è particolarmente affascinante, ma lo è è importante e non hai scuse per non farlo bene.

Cos'è una pagina canonica?

Non posso dire meglio di Google:

Una pagina canonica è la versione preferita di un insieme di pagine con contenuti molto simili.

Per spiegare lo scopo delle pagine canoniche, dobbiamo prima esplorare il problema delle pagine duplicate.

Ad esempio, prova ad accedere al tuo sito in uno dei seguenti modi:

https://yoursite.com/

https://www.yoursite.com/

Scoprirai che entrambi i metodi funzionano. Un altro esempio potrebbe essere qualsiasi pagina web che ha dei modificatori aggiunti alla fine dell'URL.

Potresti avere un sito di e-commerce in cui la stessa pagina del prodotto può essere trovata su diversi URL diversi a seconda di come sono impostati i filtri, ecc.

Il problema con più istanze dello stesso contenuto è che Google indicizzerà probabilmente la maggior parte (se non tutte) le pagine del tuo sito.

Crea facilmente il tuo sito Web con Elementor

Elementor ti consente di creare facilmente qualsiasi design di sito Web con un aspetto professionale. Smetti di pagare caro per quello che puoi fare da solo. [Free]

poi, deve decidere quale secondo lui è la pagina giusta per salire in classifica.

Sarebbe molto meglio se aiutassi Google a capire quali pagine sono copie carbone l'una dell'altra in modo che possano indicizzare selettivamente solo ciò che è necessario.

È qui che entra in gioco la canonizzazione: dici a Google quale pagina è preferita per l'indicizzazione e il posizionamento.

SmartCrawl-Super Canonicalization Expialadocious
La canonizzazione non è sesquipedalismo.

Come definire le pagine "preferite"?

Tieni presente che non hai mai il pieno controllo su ciò che Google fa e non indicizza (a meno che non utilizzi il " noindex"O un percorso di rimozione manuale dell'URL).

Una buona canonicalizzazione consiste nel mostrare a Google quale versione di una pagina voi pensano che dovrebbero dare la priorità nel loro indice.

I loro algoritmi terranno quindi conto di questo suggerimento durante la valutazione delle pagine del tuo sito.

Da notare: In precedenza, era possibile specificare l'impostazione del dominio preferita. Quindi Google è passato alla sua nuova esperienza di Search Console e effettivamente detto addio all'impostazione del dominio preferito.

Esistono diversi modi in cui puoi sempre dire a Google le tue preferenze, ma in caso contrario, Google sceglierà l'opzione migliore.

Tenendo presente quanto sopra, ci sono tre cose che un utente di WordPress dovrebbe fare per assicurarsi che il proprio sito sia ottimizzato correttamente per la canonicalizzazione.

1. Controlla l'URL canonico della home page nelle impostazioni di WordPress

La prima cosa da fare è decidere se il tuo sito deve essere accessibile principalmente tramite "https: //" o "https: // www".

Per fare ciò, imposta l'indirizzo WordPress nelle impostazioni generali.

Impostazioni generali di WordPress.
Indica come vuoi che il tuo URL vada nelle impostazioni.

WordPress imposterà un reindirizzamento 301 dall'URL "secondario" al tuo URL canonico preferito.

Pertanto, nell'esempio precedente, se qualcuno tenta di accedere al tuo sito web tramite "https://www.example.com/", verrà automaticamente reindirizzato a "https://example.com/".

Inoltre, tutti i backlink che puntano a un URL non canonico verranno inoltrati automaticamente tramite il reindirizzamento 301.

2. Controlla l'URL canonico della home page in Google Search Console

Quindi devi dire a Google quale URL preferisci. Fai prima questo aggiungi i tuoi URL à Google Search Console.

Una volta che il tuo sito è stato verificato, puoi vedere quale canonica Google ha selezionato per il tuo sito.

Google canonico
Nella Google Search Console, ti mostra qual è il canonico selezionato da Google.

Come puoi vedere, il canonico dichiarato dall'utente è lo stesso del canonico selezionato da Google.

3. Nascondi i tag dei link canonici ridondanti sul tuo sito con SmartCrawl

Quest'ultimo passaggio potrebbe sembrare un po 'intimidatorio, ma in realtà è il più semplice e può essere eseguito con un solo clic.

Prima di tutto, installa e attiva il nostro plugin SEO a 5 stelle, SmartCrawl libero.

Immagine SmartCrawl.
SmartCrawl è qui per aiutarti con i tag dei tuoi link canonici.

Una volta attivato, vai alle impostazioni e fai semplicemente clic sul file Nascondi tag link canonici ridondanti.

nascondere i tag canonici ridondanti.
Basta un clic.

È tutto quello che devi fare! Facendo clic sul pulsante, eviterai ogni possibile contenuto SEO duplicato e impedirai al tuo sito di subire reazioni negative da motori di ricerca come Google.

Da notare: Oltre a configurare quanto sopra, SmartCrawl offre anche un'opzione URL canonico in-post che ti consente di perfezionare i canonici su versioni simili di post o pagine per post / pagina.

Per utilizzare questa funzione, vai al SmartCrawl> Avanzate nel tuo post o editor di pagina e inserisci l'URL canonico completo (incluso http:// circa https://) nel dominio canonico.

Opzione SmartCrawl in-post canonica.
Opzione in-post canonica di SmartCrawl.

La canonizzazione è finita

Come puoi vedere, non c'è molto lavoro da fare quando si tratta di canonizzazione.

Con alcune modifiche, aggiungi il tuo sito alla Google Search Console e con l'aiuto di SmartCrawl - Il tuo sito può continuare a posizionarsi bene con le SERP ed è più SEO friendly.

E con ciò, la canonizzazione del tuo WordPress è completa.