Vai al contenuto principale

Come creare e utilizzare i blocchi riutilizzabili di Gutenberg

Divi: il tema WordPress più semplice da usare

Divi: il miglior tema WordPress di tutti i tempi!

più Download di 901.000, Divi è il tema WordPress più popolare al mondo. È completo, facile da usare e viene fornito con oltre i modelli gratuiti 62. [Consigliato]

Una delle funzionalità più utili (e sottoutilizzate) dell'editor di blocchi di WordPress (noto anche come Gutenburg) è il blocco riutilizzabile. Se sai Divi o altri page builder, i blocchi riutilizzabili hanno la stessa funzione dei moduli globali. Questi sono blocchi (o gruppi di blocchi) configurati una volta, ma che possono essere riutilizzati. 

Puoi inserirli su più pagine e post senza doverli modificare di nuovo. E, se vuoi cambiarli di nuovo, le modifiche possono essere a livello di sito, facendoti risparmiare ore durante la vita di un sito. Quindi esploriamo tutti i modi in cui puoi gestire i blocchi riutilizzabili di WordPress.

Come creare un blocco riutilizzabile in WordPress

La creazione di un blocco riutilizzabile in WordPress è relativamente semplice. In ogni post che modifichi con l'Editor blocchi (che è l'impostazione predefinita in WP 5.x a meno che tu non stia utilizzando il plugin Editor classico ), puoi rendere riutilizzabile qualsiasi blocco desideri. Clicca sul elenco a discesa à tre punti nelle impostazioni di hover blocco e selezionare Aggiungi a blocchi riutilizzabili .

aggiungere ai blocchi riutilizzabili

L'editor ti chiederà di assegnare un nome al nuovo blocco per il successivo recupero. Assicurati di nominarlo qualcosa di memorabile per la funzione che servirà sul tuo sito. Ad esempio articoli correlati o immagine di copertina per post di blog o qualcosa di altrettanto descrittivo.

dai un nome al tuo nuovo blocco

Se si commette un errore quando si crea il blocco riutilizzabile (o si è appena commesso un errore durante la creazione), è possibile fare nuovamente clic sui parametri nell'elenco a discesa e fare clic su Elimina i blocchi riutilizzabili . Questa opzione cancella l'intero blocco dal database e puoi ripetere il processo sopra per aggiungerlo di nuovo alla raccolta, se lo desideri.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Inoltre, puoi semplicemente fare clic sul blocco stesso una volta salvato per trovare il pulsante. Modificare .

modificare un paragrafo riutilizzabile

Per il blocco Paragrafo in questo esempio, ti dà la possibilità di rinominarlo. Le regolazioni per ogni blocco, tuttavia, saranno diverse. Per una casella immagine, ottieni opzioni aggiuntive come l'inserimento di un altro file dalla tua libreria multimediale o il caricamento di uno nuovo, nonché l'allineamento o l'URL collegato.

opzioni di immagine riutilizzabili

Questo processo funziona con tutti i blocchi riutilizzabili che crei. Ma tienilo a mente qualsiasi modifica apportata a un blocco riutilizzabile in questo modo si applica a tutte le altre istanze di quel blocco sul tuo sito . Quindi, se modifichi l'immagine in un blocco, la nuova immagine apparirà ovunque.

Come inserire blocchi riutilizzabili

L'utilizzo di blocchi riutilizzabili in WordPress è in realtà molto semplice e diretto. All'interno dell'Editor blocchi, puoi fare clic su qualsiasi occorrenza del + all'interno di un cerchio per trovare la scheda Réutilisable . Il pulsante + appare a destra di qualsiasi blocco, sotto ogni blocco e in alto a sinistra dello schermo.

trova la scheda riutilizzabile nell'editor

Quando inserisci i blocchi riutilizzabili che crei in diversi post e pagine, potrebbero anche apparire nella scheda Più usato , che appare in cima all'elenco ogni volta che premi il pulsante +.

Crea facilmente il tuo sito Web con Elementor

Elementor ti consente di creare facilmente qualsiasi design di sito Web con un aspetto professionale. Smetti di pagare caro per quello che puoi fare da solo. [Free]

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Questi cambieranno quando usi blocchi diversi, ma se usi lo stesso blocco riutilizzabile, diciamo, come piè di pagina per ogni post del blog, appariranno qui abbastanza spesso.

Come gestire tutti i blocchi riutilizzabili in WordPress

Nella parte inferiore della scheda Réutilisable troverai un link Gestisci tutti i blocchi riutilizzabili . Facendo clic su questo collegamento si accede a una pagina dall'aspetto familiare in cui è elencato ogni blocco riutilizzabile creato. L'elenco apparirà più o meno esattamente come l'elenco predefinito di articoli e pagine di WordPress.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Quando si visualizza l'elenco, vengono visualizzate alcune opzioni importanti. Importa da JSON , esportazione in formato JSON et cambiamento .

utiliser Modifica è esattamente lo stesso come sopra per la modifica di un blocco. Solo che invece di essere all'interno di un particolare articolo, il blocco appare nel proprio editor del tipo di articolo dove puoi aggiornarlo e solo quello. Anche in questo caso, qualsiasi modifica apportata a questo blocco verrà applicata a livello di sito a ciascuna istanza.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Per esportazione in formato JSON , fare clic sul pulsante (3) ti darà una finestra di dialogo (a seconda delle impostazioni del browser) per scegliere una posizione in cui scaricare il file JSON generato. Il file stesso è semplice JSON. Mostra il tipo di file (un blocco), il titolo che gli hai assegnato durante la modifica o la creazione, e quindi il codice HTML effettivo che verrà inserito da WordPress per rendere il blocco e il suo contenuto sul front-end del sito.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Importa da JSON è altrettanto semplice: trovi il file JSON sul tuo computer, scaricalo come qualsiasi altro allegato o file.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Una volta premuto importazione , apparirà nell'elenco dei blocchi riutilizzabili. Tuttavia, tieni presente che se hai già un blocco con lo stesso nome (in questo caso il file blocco riutilizzabile 1 ), il nuovo blocco importato non verrà rinominato. Devi farlo manualmente per distinguerli.

Stai cercando i migliori temi e plugin per WordPress?

Scarica i migliori plugin e temi WordPress su Envato e crea facilmente il tuo sito web. Già più di 49.720.000 download. [ESCLUSIVO]

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Perché importare ed esportare blocchi riutilizzabili?

Esistono diversi motivi per importarli ed esportarli, ma i principali sono per scopi di backup e portabilità. Probabilmente vorrai mantenere un backup di tutti i blocchi e i contenuti che ritieni utili per servire sul tuo sito. Anche la portabilità, la condivisione e le vendite sono importanti.

Se è necessario utilizzare un blocco su un altro sito. Da condividere con un compagno di squadra. O per vendere da solo come blocco riutilizzabile per i tuoi clienti. Proprio come il nostro pacchetti di layout settimanale per Divi , importare ed esportare blocchi ti dà la possibilità di estendere il generatore in diversi modi. Inoltre, quando usi l'opzione Blocchi di gruppo (vedi sotto), puoi importare ed esportare interi modelli e layout come blocchi riutilizzabili in formato JSON.

Come creare gruppi di blocchi riutilizzabili in WordPress

La creazione di un gruppo di blocchi riutilizzabili permette di mettere in risalto tutte le funzionalità dei blocchi riutilizzabili. Invece di avere una singola immagine o un singolo paragrafo o intestazione che puoi inserire globalmente, puoi anche raggruppare i blocchi Gutenberg insieme e salvarli come un unico blocco riutilizzabile. Ciò significa che puoi, ad esempio, raggruppare un cartiglio, un blocco di paragrafi, un blocco di immagini e un blocco HTML personalizzato per avere un modulo di iscrizione e-mail globale per tutti i tuoi post dell'editore. bloccare.

Per creare un gruppo di blocchi WordPress riutilizzabili, fai semplicemente clic tenendo premuto il tasto Maiusc sui blocchi per aggiungerli al gruppo. Tutti i blocchi selezionati verranno evidenziati con un bordo blu.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Quindi premi il pulsante trasformatore (2) e selezionare Gruppo nell'elenco a discesa (3) . A questo punto, vedrai i blocchi fondersi in un unico blocco. Quindi si trasforma il blocco di gruppo in un blocco riutilizzabile nello stesso modo in cui si fa sopra con qualsiasi altro blocco singolo.

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Questo nuovo gruppo verrà quindi visualizzato nell'elenco di tutti i blocchi riutilizzabili e nella scheda. Réutilisable quando aggiungi un nuovo blocco a una pubblicazione o pagina.

Come creare un modello riutilizzabile

Abbiamo discusso in precedenza che un blocco riutilizzabile in WordPress è un elemento globale. Ciò significa che qualsiasi modifica apportata a un'istanza del blocco avrà effetto su tutte le altre istanze. Se modifichi il testo o l'immagine di un blocco riutilizzabile, tale modifica verrà applicata all'intero sito. Tuttavia, tu pouvez utilizzare blocchi riutilizzabili come modelli che possono essere modificati individualmente. Ancora una volta, proprio come i nostri layout Divi, l'editor di blocchi ti consente di inserire il blocco generale (o gruppo di blocchi) della tua libreria, quindi modificare il contenuto di una pubblicazione o di una singola pagina (o anche di blocco per blocco).

Per fare ciò, inserisci un blocco riutilizzabile nell'editor, come abbiamo visto sopra. premi il + in un cerchio , vai a Réutilisable , quindi selezionare il blocco che si desidera inserire.

inserimento di un blocco riutilizzabile per il modello

Quando appare il blocco, fai clic sui tre punti per aprire il menu a discesa . Selezionare Converti in blocco normale . Nota: non selezionare Elimina i blocchi riutilizzabili .

Blocchi riutilizzabili di WordPress

Converti in blocco normale si applica solo a questo blocco unico . Quando usi Converti in blocco standard , dici a WordPress che vuoi che questo singolo blocco (e solo questo) sia indipendente dalle modifiche globali a livello di sito. Eventuali modifiche apportate ad altri blocchi riutilizzabili non verranno applicate a un blocco convertito e tali modifiche non verranno applicate a livello globale.

Crea facilmente il tuo negozio online

Scarica gratuitamente WooCommerce, i migliori plug-in di e-commerce per vendere i tuoi prodotti fisici e digitali su WordPress. [Consigliato]

La selezione di Elimina i blocchi riutilizzabili rimuove tutto dalla directory globale. I blocchi che hai già inserito rimarranno dove sono, ma non condivideranno alcun tratto globale. Inoltre, non sarai in grado di reinserirli dalla scheda Réutilisable (che può essere ovvio). Ciò vanificherebbe lo scopo di avere il blocco riutilizzabile come modello, quindi non suggeriamo di farlo.

Tuttavia, usando Converti in blocco regolare , è possibile inserire il modello di base per il blocco (o gruppo di blocchi) e rimuovere solo quella particolare istanza dagli standard globali, rendendo la funzione di blocco originale riutilizzabile come modello per altre pubblicazioni e Pages. Puoi vedere questa funzione in vigore nel nostro tutorial suaggiunta di blocchi di layout Divi riutilizzabili ai post del blog .

Conclusione

I blocchi riutilizzabili sono una delle caratteristiche principali di Gutenberg Block Editor. Dalla possibilità di condividere blocchi e contenuti tra siti e amici e utilizzarli come modelli per elementi comuni sul tuo sito, sfruttare la funzionalità dei blocchi riutilizzabili può portare la creazione e il design del tuo post al livello successivo e della tua pagina a nuovi livelli di utilità, creatività ed esperienza utente.

Questo articolo contiene i commenti 0

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre indesiderati. Ulteriori informazioni su come vengono utilizzati i dati dei commenti.

Torna in alto