[vc_row content_placement = "middle" css = ". vc_custom_1508940533685 {background-color: #f8f6f6! important;}" el_id = "themeforestpro"] [vc_column width = "3 / 4" css = ". vxXXXXUM ! important; border-bottom-width: 1502759058885px! important; padding-bottom: 0px! important;} "] [vc_column_text]

Divi: il tema WordPress più semplice da usare

[/ vc_column_text] [/ vc_column] [vc_column width = "1/4"] [vcex_button url = "https://www.elegantthemes.com/affiliates/idevaffiliate.php?id=23065&tid1=divibeforepostmobile" target = "blank" size = "small" align = "center" color = "green" font_family = "Raleway" font_weight = "600" style = "flat" custom_color = "# ffffff" custom_hover_color = "# ffffff"] DOWNLOAD [/ vcex_button] [/ vc_column] [/ vc_row]

Divi: il miglior tema WordPress di tutti i tempi!

più Download di 901.000, Divi è il tema WordPress più popolare al mondo. È completo, facile da usare e viene fornito con oltre i modelli gratuiti 62.

[Ad_1]

Sei stato contattato da un cliente per aiutarlo a rinominare il proprio sito WordPress? Sebbene questa sia un'applicazione entusiasmante e potenzialmente redditizia, può anche essere un widget appiccicoso.

Quando sei tu ad avviare una revisione, sei pronto per la conversazione. Hai valutato un sito Web di scarsa qualità e hai capito perché è un riparatore.

Ma quando un cliente viene da te per cambiare marchio, non è facile come trovare un nuovo tema o modernizzare la propria strategia di marketing in loco.

Ecco alcuni dei motivi più comuni per cui i clienti potrebbero volere un nuovo marchio:

Cambiamento di mercato

Non è del tutto raro che un'azienda cambi direzione una volta che ha scoperto che la sua soluzione è più applicabile a un altro settore. O forse hanno scoperto che c'era una maggiore domanda per il loro prodotto all'estero. Qualunque sia la ragione del perno, potrebbe essere necessario un aggiornamento o una revisione completa del loro marchio.

È obsoleto

Per alcune aziende, l'identità del marchio è in vigore da anni, se non decenni. Originariamente funzionava bene, ma non è abbastanza moderno per gli standard odierni. Pensa ad un font scritto a mano, per esempio. Può ancora essere bello, ma cosa succede se il loro pubblico millennial non lo capisce?

Questioni legali

Se un'azienda è rimasta sotto il radar abbastanza a lungo, potrebbe non rendersi conto che il suo nome, logo o persino il suo dominio viola il copyright di qualcun altro. Ma una volta che il traffico del loro sito aumenta o qualcuno mette in dubbio la loro pretesa di un nome, potrebbe dover agire in fretta per cambiare il loro marchio.

Era un lavoro urgente

A volte un'azienda ha una brillante idea imprenditoriale che voleva lanciare subito, quindi non si è presa il tempo di pensare al marchio. Questa mancanza di pianificazione li sta raggiungendo ora, poiché non riescono a mantenere qualcuno sul loro sito abbastanza a lungo da convertire.

Senza un'ampia ricerca sul pubblico o un'intensa pianificazione intorno all'identità e al marchio dell'azienda, molte aziende possono trovarsi nella posizione indesiderata di dover ricominciare tutto da capo, ed è per questo che ora si rivolgono a te.

Se hai incontrato clienti che hanno a che fare con questo tipo di crisi di identità, allora questo articolo fa per te.

In questo articolo, tratterò ciò che devi fare per aiutare i clienti ad affrontare efficacemente il loro esercizio di branding, sotto la tua guida. Fornirò anche alcuni suggerimenti su come implementare queste modifiche sul loro sito WordPress, senza interrompere l'attuale esperienza dei visitatori.

Perché dovresti procedere con cautela prima di accettare un lavoro di rebranding

Creare una serie di elementi di branding e linee guida è un processo che non dovrebbe essere preso alla leggera. Se il tuo cliente si avvicina a te e non ha idea di cosa voglia fare per il suo rebranding, allora potresti voler pompare le interruzioni su questo progetto. (Fondamentalmente, se rispondono alle tue domande con una domanda, è un brutto segno.)

Non importa se stai contribuendo alla revisione dell'immagine del marchio o sei solo responsabile della sua implementazione sul sito. Se il tuo cliente non capisce di cosa tratta il nuovo marchio, ti consiglierei di non andare avanti finché non sarà tutto chiaro.

Ecco perché dico questo:

Il branding svolge un ruolo molto importante in un sito web aziendale. Più i visitatori si sentono familiari e a proprio agio quando accedono a un sito Web, più è probabile che si fidino dell'azienda dietro di esso, il che a sua volta porta a più conversioni.

D'altra parte, se il tuo cliente impone una revisione completa senza pensarci, non solo il cambiamento sarà sconvolgente per l'esperienza del visitatore, ma sarà anche dolorosamente ovvio che dietro di esso c'era una mancanza di pianificazione.

Crea facilmente il tuo sito Web con Elementor

Elementor ti consente di creare Facile e gratuito qualsiasi sito web o blog design con un aspetto professionale. Smetti di pagare molto per un sito web che puoi fare da solo.

Se questo non ti convince, pensa a questo: il rebranding è un processo molto costoso. Se il tuo cliente non se ne rende conto, gli farai del bene educandolo.

Anche se tutto ciò che stanno cambiando è il nome dell'azienda, quindi il logo, i colori, la tipografia e le immagini potrebbero rimanere tutti gli stessi, questo singolare cambio di nome sarà di vasta portata e si estenderà a:

  • il marchio denominativo (se presente)
  • il nome di dominio
  • ogni volta che l'azienda è menzionata sul sito
  • tutti i metadati del sito
  • le informazioni sul copyright del piè di pagina
  • tutti i link interni al sito
  • tutti i backlink
  • tutti i social media (inclusi wordmark, nome della pagina, descrizione, URL e tutti i post precedenti che fanno riferimento al vecchio nome di dominio)
  • e altro ancora ...

Ripeto, sarebbe nell'interesse di tutti prendere sul serio qualsiasi approccio di rebranding. In qualità di professionista del web design, è tuo compito assicurarti che i tuoi clienti comprendano l'intera portata del rebranding e cosa comporterà il processo del loro specifico esercizio di rebranding, che è esattamente il modo in cui ti avvicineresti a qualsiasi altro progetto di web design.

Una lista di controllo per il rebranding per te e il tuo cliente

Sperando che il tuo cliente sia completamente preparato per questo, parliamo dell'implementazione. Puoi gestirne alcuni da solo e altri possono essere gestiti dal tuo cliente con altre parti.

In ogni caso, tieni questa lista di controllo e ripassala con il tuo cliente per assicurarti che tutti abbiano fatto la loro parte.

# 1. Ricerca

Ci sono molte cose che entrano nel branding di un'azienda. Il nome dovrebbe avere un significato, ma dovrebbe anche essere memorabile. Il logo dovrebbe essere visivamente accattivante, pur facendo eco al core business. I colori dovrebbero essere scelti per riflettere il tono e il tipo. E il contenuto deve completare la storia. Inutile dire che la ricerca non può passare in secondo piano qui.

#2. Documentazione

Con la nuova identità del marchio definita, è tempo di creare una guida di stile completamente nuova. Questa guida dovrebbe quindi essere condivisa con tutti coloro che sono coinvolti nella riprogettazione del marchio per garantire un'implementazione coerente.

# 3. Fai l'inventario

Esamina il sito WordPress dall'alto verso il basso. Crea un inventario delle risorse del marchio e di tutto ciò che sarà successivamente interessato dalle modifiche di rebranding. Ti consigliamo di tenere questo elenco a portata di mano per tutto il progetto.

Nota: gli elementi rimanenti di questo elenco sono qui, quindi avrai una lista di controllo completa per il rebranding ogni volta che viene fuori un nuovo progetto. Potresti non aver bisogno di tutti loro; lascia ciò che ha senso per il tuo progetto e ignora il resto.

# 4. Metti in pausa il sito

Pagina in costruzione
Un esempio di una pagina web "In costruzione".

Se il tuo sito è attivo da più di qualche mese e ha già generato un pubblico decente, potresti dover premere il pulsante "pausa" mentre lavori all'implementazione. Può significare:

  • Creazione di una pagina "In costruzione" per impedire ai visitatori di vedere quella vecchia. (Questo va bene se il tuo cliente sta affrontando problemi legali e/o non ha nuovi design/contenuti pronti per sostituire quelli vecchi.)
  • Pubblica un post sul blog in modo che i visitatori siano consapevoli di come si sta sviluppando il sito web nel periodo di tempo previsto.
  • Attendi fino a quando tutto il lavoro di rebranding è terminato, quindi pianifica il tempo durante la notte per apportare eventuali modifiche. In questo modo il sito non deve andare giù e le persone non vedranno i cambiamenti che accadono in tempo reale.

# 5. Aggiorna elementi di branding

Tutti gli elementi visivi rilevanti sul sito dovranno essere aggiornati, che possono includere:

  • Logo
  • Icona preferita
  • color Palette
  • font
  • Immagini (soprattutto se hanno una filigrana)

Questi aggiornamenti possono essere eseguiti dallo strumento di personalizzazione del tema di WordPress o possono essere parte delle opzioni di un tema personalizzato.

# 6. Ottieni un nuovo dominio

Vuoi vendere i tuoi prodotti su Internet?

Scarica WooCommerce gratis, i migliori plugin di e-commerce per vendere i tuoi prodotti fisici e digitali su WordPress e creare facilmente il tuo negozio online. Perfetto per i principianti.

Se il nome della società è cambiato, anche il nome a dominio deve essere aggiornato. Registra un nuovo dominio tramite la tua società di web hosting, quindi contrassegna il nuovo dominio come dominio principale (mentre disattivi quello vecchio).

Una volta apportata la modifica, vai su WordPress e controlla sotto impostazioni generali per verificare che il nuovo URL si rifletta.

Controllo dell'URL dei parametri WP
Non dimenticare di controllare l'URL del sito nelle impostazioni di WordPress.

# 7. Correggi i tuoi link

Quando il nome di dominio del tuo sito cambia, gli URL di tutte le pagine del tuo sito dovrebbero cambiare automaticamente. Tuttavia, ciò non significa che i collegamenti incorporati, i pulsanti CTA o altri collegamenti generati manualmente verranno attivati. (Ecco perché una lista di controllo dell'inventario è importante!)

collegamento interrotto controlla il plug-in
Gli Controllo dei collegamenti interrotti plug-in indica quando qualcosa non va con i collegamenti al sito.

Personalmente, mi piace usare Broken Link Checker. Questo plugin è gratuito ed esegue un'analisi di tutti i collegamenti ipertestuali sul tuo sito, facendoti sapere se qualcuno di essi è rotto. Puoi lavorare direttamente nell'elenco scansionato dei collegamenti interrotti e modificare l'URL lì, in modo da non dover scorrere faticosamente pagina per pagina.

# 8. Reindirizza il traffico

Un plug-in di reindirizzamento è fondamentale, nel caso in cui venga lasciato un vecchio collegamento. SmartCrawl è gratuito e ottimo per la creazione di reindirizzamenti 301. Esiste anche una versione pro se desideri altre funzioni utili, come il controllo degli URL non funzionanti, 404 e reindirizzamenti multipli.

plug-in smartcrawl
SmartCrawl La funzione di reindirizzamento del plugin assicura che i visitatori vengano inviati nel posto giusto.

# 9. Riscrivi la copia

Per alcuni progetti di rebranding, potrebbero essere necessarie solo poche modifiche al nome nel contenuto del tuo sito. Per altri, il rebranding potrebbe richiedere una riscrittura più ampia del sito, soprattutto se l'intera identità, il mercato di destinazione, ecc. sta cambiando.

La quantità di riscrittura della copia sarà dettata da ogni particolare progetto di rebranding.

#dieci. Modifica SEO

Un aggiornamento dei metadati del tuo sito è importante, soprattutto se in precedenza il traffico organico era sufficientemente elevato. Tuttavia, desideri che tutte le informazioni siano presentate in modo coerente sul tuo sito, il che significa aggiornare quanto segue:

Tieni presente che importanti modifiche a questi metadati probabilmente comporteranno una diminuzione del traffico, almeno a breve termine.

# 11. Crea una nuova mappa del sito XML

A proposito, se il nome di dominio, i metadati o il contenuto del sito sono cambiati in qualche modo a causa di questo rebranding, dovrai creare/inviare una nuova sitemap XML ai motori di ricerca.

Ancora una volta, suggerirò SmartCrawl, poiché gestisce anche questo compito in modo esperto. (Puoi cercare altri plugin XML sitemap nel repository WP.org se preferisci provare qualcos'altro.)

# 12. Ripara i tuoi moduli

Non è necessario aggiornare il contenuto dei moduli. Invece, assicurati che queste due cose siano in ordine:

  • l'URL di reindirizzamento del modulo (se va a a grazie pagina)
  • l'indirizzo email che riceve la notifica (se lo scambio dell'indirizzo email sarà diverso)

# 13. Notifica a Google

La generazione di una nuova mappa del sito per i motori di ricerca è il primo passo per far sapere a Google cosa sta succedendo. Ma non dimenticare di aggiornare il tuo nuovo indirizzo di dominio o il nome dell'attività negli altri strumenti di Google. Ciò include: Analytics, Search Console e My Business.

# 14. Aggiorna altre risorse di marketing

La maggior parte delle aziende in questi giorni ha una presenza online consolidata su più canali. Un sito Web WordPress è solo uno dei luoghi in cui le risorse aziendali devono essere aggiornate durante il rebranding.

I social media, le newsletter, i media cartacei e digitali devono tutti avere il loro contenuto rivisto e rivisto di conseguenza.

# 15. Lancia una campagna di marketing di rebranding

Infine, se il tuo cliente si prende la briga di cambiare marchio per diventare alla fine un'azienda migliore e più forte, il suo pubblico dovrebbe essere informato dei cambiamenti imminenti.

Gli annunci preliminari possono essere fatti nel passaggio 4 sopra, ma il lancio stesso dovrebbe avere una propria campagna di marketing, soprattutto se significa cambiamenti significativi per i clienti. Ecco alcune opzioni da considerare:

  • Pubblica un comunicato stampa
  • Pubblicizza sui social
  • Scrivi un articolo sul blog
  • Clienti via e-mail
  • Aggiungi un annuncio o un promemoria popup al sito (fai attenzione qui, troppi popup possono disattivare le persone)

Un nuovo giorno

Una richiesta di rebranding non sempre significa che il sito sta per subire una revisione completa. Tuttavia, c'è molto lavoro da fare in ciascuno di questi progetti, non importa quanto piccoli possano sembrare inizialmente.

Ricorda di lavorare a stretto contatto con il tuo cliente per assicurarti che stia eseguendo il rebranding per le giuste ragioni, affrontando correttamente l'esercizio di rebranding e comprendendo cosa comporta il rebranding.implementazione di queste modifiche sul suo sito web.

Il tuo obiettivo qui è duplice: costruire rapidamente un sito web rinomato per il tuo cliente (perché non c'è niente di peggio che essere scontento dello stato attuale della tua attività) e farlo senza interrompere l'esperienza del visitatore.

Se pianifichi di conseguenza e utilizzi gli strumenti giusti, avrai il rinomato sito dei tuoi clienti attivo e funzionante in pochissimo tempo, pronto ad accogliere i clienti con un aspetto ordinato e coeso che funziona senza intoppi.

Questo post è stato aggiornato per correttezza e pertinenza.
[Pubblicato originariamente: giugno 2017 / Rivisto: novembre 2021]
Parole chiave:

[Ad_2]

0 azioni
quota
Tweet
Enregistrer