Vai al contenuto principale

Google Analytics: Come scoprire ciò che rende i clienti fuggono

Divi: il tema WordPress più semplice da usare

Divi: il miglior tema WordPress di tutti i tempi!

più Download di 901.000, Divi è il tema WordPress più popolare al mondo. È completo, facile da usare e viene fornito con oltre i modelli gratuiti 62. [Consigliato]

Come ogni proprietario di un negozio online, sei concentrato sui modi per aumentare il traffico verso il tuo negozio utilizzando motori di ricerca, social network e pubblicità online. Ma se il tuo sito non converte abbastanza traffico in vendite, ti sentirai rapidamente frustrato.

Se una pagina o un contenuto del tuo sito sta causando la perdita dei tuoi clienti, potresti volerlo correggere. Bene, utilizzando l'utilizzo dei dati di Google Analytics, puoi farlo.

Usando davvero questi dati, puoi identificare quali pagine sono il punto debole del tuo processo di vendita e apportare miglioramenti.

Vuoi sapere come trasformare il tuo traffico in vendite?

Iniziamo il nostro studio sui dati di Google Analytics e troveremo sicuramente ciò che spinge i tuoi visitatori a lasciare il tuo sito.

Attiva Google Analytics sul tuo negozio

Se non hai mai provato Google Analytics, allora è il momento di iniziare. Google Analytics è un " aggiuntivo Per qualsiasi sito Web, fornito gratuitamente da Google, che consente ai proprietari di siti Web di avere una cronologia dei dati in tempo reale. Con queste statistiche, vedrai il traffico sul tuo sito, da dove provengono i tuoi più grandi visitatori, le pagine che ricevono più clic e altro ancora.

google-analytics

La prima cosa che devi fare è abilitare Google Analytics sul tuo sito web. Vai a Google Analytics accedi con il tuo account Google (o creare per utilizzare Google Analytics).

Una volta effettuato l'accesso, sarai in grado di seguire le diverse istruzioni per integrare Google Analytics nel tuo sito web. Se usi WooCommerce, puoi usare il plug-in di integrazione del tuo negozio su Google Analytics.

Una volta effettuate tutte le connessioni al tuo negozio, sarai in grado di accedere ai rapporti di Google Analytics. All'inizio noterai che la tua dashboard è vuota. Concedi a Google un po 'di tempo per raccogliere le informazioni.

Cosa cercare in Google Analytics?

Una volta effettuato l'accesso a Google Analytics e hai già molti dati da elaborare, prenditi la libertà di navigare in Google Analytics per navigare tra le diverse pagine. All'inizio l'interfaccia può essere travolgente. Se hai bisogno di ulteriore aiuto, ti invito per leggere questo tutorial.

Esistono diverse tabelle che verranno visualizzate più volte ovunque su Google Analytics. Ognuna di queste tabelle mostrerà risultati diversi ogni volta su come i tuoi visitatori interagiscono con il tuo negozio, quanto tempo trascorrono su ciascuna pagina e quante pagine hanno visitato prima di lasciare il tuo sito.

Se vuoi trovare tutte queste pagine che spaventano i tuoi clienti, devi prestare attenzione a queste diverse tabelle:

  • Il tempo medio su ogni pagina - che mostra il numero di volte in cui ciascuna pagina è stata inserita
  • La frequenza di rimbalzo - che è una percentuale di visitatori che lasciano la pagina senza visitare un'altra pagina.
  • Tasso di uscita - Questa è la percentuale di visitatori che lasciano il tuo blog da una pagina specifica.

Tenendo d'occhio queste diverse tabelle, sarai in grado di isolare le pagine che "ti danno un problema" (quelle che fanno fuggire i tuoi clienti).

Hai scoperto diverse cose utilizzando Google Analytics, soprattutto se abiliti l'analisi per l'eCommerce. Ma per ora, ci concentreremo su questi diversi tavoli.

Come individuare le diverse tabelle

Per iniziare, visualizzeremo l'elenco delle pagine del tuo sito Web. Per fare ciò, devi accedere al menu a sinistra, quindi fare clic sul menu « condotta "Allora" il contenuto del sito E finalmente avanti tutte le pagine '.

Export-comportamento

Per impostazione predefinita, questa interfaccia mostrerà tutte le pagine del tuo sito, ordinate per numero di visualizzazioni. Avrai anche diritto alle tabelle 3 indicate in precedenza (tempo medio a pagina, frequenza di rimbalzo, uscita).

Crea facilmente il tuo sito Web con Elementor

Elementor ti consente di creare facilmente qualsiasi design di sito Web con un aspetto professionale. Smetti di pagare caro per quello che puoi fare da solo. [Free]

Noterai anche il valore delle pagine che ti informano sulla pertinenza delle pagine in base al loro contributo alle entrate complessive.

Si deve quindi principalmente cerca pagine con durata della visita ridotta e frequenza di rimbalzo elevata. Dovresti anche provare a isolare le pagine in cui arrivano i visitatori e trascorrere più tempo prima di lasciare il tuo blog.

La domanda che probabilmente ti devi porre è: Cosa intendo per durata della visita ridotta? E il secondo qual è la frequenza di rimbalzo più alta? ". Tutto dipende dalla durata media della visita e dalla frequenza di rimbalzo media.

Puoi controllare le altre pagine per il benchmarking e i dati medi (visite e frequenza di rimbalzo) oppure puoi accedere al menu " Comportamento> Visualizzazione globale Per avere dati generali che è possibile utilizzare in seguito.

Ora è il momento di arrivare alla fine del problema.

Trova le pagine problematiche e conserva i loro URL

Accedi al rapporto di tutte le pagine e cerca quelli con tempi di visita ridotti e un'alta percentuale di rimbalzo. Dopo aver individuato le diverse pagine, prendere nota delle diverse informazioni.

Se il tuo negozio ha un gran numero di prodotti, puoi iniziare la valutazione sui primi prodotti 100. Puoi continuare il processo in seguito per il resto dei prodotti.

Ecco alcuni esempi dei dati che devi tenere d'occhio.

Questi screenshot sono stati realizzati a scopo esemplificativo.

velocità di rimbalzo 1

frequenza di rimbalzo Fort

70% dei visitatori che arrivano su questa pagina dal motore di ricerca " rimbalzo Al motore di ricerca per eseguire una nuova ricerca senza visitare un'altra pagina, a questo livello oltre il 50% dei tuoi clienti sceglierà di lasciare il tuo negozio senza guardare altri prodotti.

dati per l'analisi

Questo blog non è lungo abbastanza trattenere i lettori

L'immagine precedente è una pagina che riceve molti visitatori. Tuttavia, i visitatori rimangono solo per un breve periodo (non più di un minuto e 30 secondi), che non è abbastanza lungo per leggere completamente un articolo (Voi giudicate per il volume dei tuoi articoli). Si nota inoltre che oltre il 75% sta abbandonando il sito.

Stai cercando i migliori temi e plugin per WordPress?

Scarica i migliori plugin e temi WordPress su Envato e crea facilmente il tuo sito web. Già più di 49.720.000 download. [ESCLUSIVO]

cart-abbandono

Troppi clienti abbandonano le loro ceste

E infine, ecco un paniere di un negozio con un'incredibile velocità di uscita.

Il tuo assomiglia a questo? Molti dei tuoi clienti abbandonano i loro carrelli e lasciano il tuo sito web durante l'ordine?

Ricorda di guardare anche i dati dell'ordine dei singoli prodotti e non solo quelli nel carrello.

Navigando attraverso i dati, avrai una migliore comprensione delle prestazioni delle tue pagine, che richiederà sicuramente un po 'più di lavoro.

Se non sei convinto che la tua pagina sia il problema (diciamo quest'ultimo a 50% come frequenza di rimbalzo e una visita di un minuto per pagina, il che sembra ragionevole ma non perfetto), È possibile controllare il valore della pagina.

Che è un'informazione piuttosto decisiva. Perché ti farà sapere se la pagina ha contribuito al tuo reddito. Se il contributo della pagina è di pochi dollari, non ci sono problemi, ma se il valore è 0 $, probabilmente dovresti aggiungere questa pagina al tuo elenco di pagine per ottimizzare.

Trova il problema di ogni pagina e le loro potenziali ottimizzazioni

A questo livello, hai già raccolto diverse informazioni. Questo elenco ti permetterà di capire rapidamente quali pagine sono problematiche e spaventare i tuoi clienti.

Per fare qualsiasi cosa, devi certamente eliminare alcune pagine che fanno fuggire legittimamente i tuoi clienti. Si tratta in particolare di pagine di conferma dell'acquisto, ad esempio, che non influiscono in modo significativo sulle prestazioni del tuo negozio o sulle FAQ.

Ora che hai ' purificato »Il tuo elenco, ora puoi aprire ciascuna pagina una dopo l'altra, problema per affrontare in modo più efficace i loro problemi.

Ecco un elenco di domande che puoi porci:

  • C'è qualcosa in questa pagina che può essere spiegato più chiaramente?
  • Il contenuto è pertinente? La pagina in questione offre ciò che promette ai visitatori?
  • Il prodotto dispone dei file correlati necessari (immagine, dettagli, copywriting) che potrebbero indurre i clienti ad acquistare
  • Le immagini dei prodotti sono nel formato corretto e di buona qualità?
  • Se la pagina fa parte del processo di ordinazione, la pagina contiene contenuti potenzialmente confusi e poco chiari per fuorviare i clienti?

Se non riesci a trovare soluzioni, puoi sempre chiedere consiglio a un esperto (Siamo qui per questo).

Implementare modifiche o utilizzare un test A / B per risolvere i vari problemi

Dopo aver identificato tutte le pagine con dati spaventosi (male in realtà le statistiche), il passaggio successivo è apportare alcune modifiche.

A seconda di ciò che hai trovato, potresti essere tentato di apportare una rapida modifica per vedere una riduzione significativa della frequenza di rimbalzo. Ad esempio, se un prodotto manca di dati sul copywriting, potresti pensare che aggiungendo queste informazioni le cose cambieranno.

Questo può essere vero in una certa misura, ma se non sei sicuro che questa tecnica farà la differenza, puoi comunque utilizzare un test A / B.

Questo metodo consente di fare confronti dello stato corrente della pagina e di eventuali modifiche apportate ad esso.

Così si passa tra le due versioni (vecchia pagina e nuova pagina per esempio), per vedere il comportamento dei visitatori. Si consiglia di utilizzare un test A / B quando si pianifica di apportare modifiche di grandi dimensioni:

Crea facilmente il tuo negozio online

Scarica gratuitamente WooCommerce, i migliori plug-in di e-commerce per vendere i tuoi prodotti fisici e digitali su WordPress. [Consigliato]

  • Cambiare lo stile
  • Riorganizzazione del menu di navigazione
  • Riprogettazione dell'aspetto di pagine importanti, come pagine di prodotti, categorie o processo di ordinazione.

Ovviamente, puoi comunque utilizzare test separati per piccole modifiche.

Conoscere l'origine dei problemi può aiutarti a trovare la soluzione

Quando un negozio online non converte abbastanza visitatori in clienti, la tua reazione può essere quella di cambiare tutto in modo drammatico o testare nuove funzionalità fino a trovare quello che funziona. Ma questo approccio non ti condurrà mai alla fonte del problema e ti farà perdere tempo.

Utilizzando i dati disponibili su Google Analytics e utilizzando i dati sulla frequenza di rimbalzo, il tempo medio e la frequenza di uscita, sarai in grado di isolare i tuoi diversi collegamenti deboli (Sto parlando di pagine che ti fanno perdere clienti).

E se queste pagine sono isolate, capirai facilmente la debolezza di ciascuno di essi.

Indipendentemente dal fatto che tu scelga di applicare rapidamente le modifiche o applicare un test A / B, l'utilizzo di Google Analytics per identificare i problemi con le tue pagine può aiutarti ad aumentare le tue visite e ad acquisire più clienti.

Questo è tutto per questo tutorial sull'uso di Google Analytics. Sentiti libero di condividere questo articolo con i tuoi amici sui tuoi social network preferiti.

Questo articolo contiene 1 commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre indesiderati. Ulteriori informazioni su come vengono utilizzati i dati dei commenti.

Torna in alto
2 azioni
quota1
Tweet
Enregistrer1