Quindi vuoi sapere come aprire un blog?

Scegliere di condividere la tua passione con il mondo può essere un'esperienza divertente e gratificante. Puoi scrivere di qualcosa che ami e, si spera, guadagnare qualche reddito nel processo. Ma se sei come la maggior parte dei potenziali blogger, probabilmente sei sopraffatto dal numero di fattori coinvolti nell'avvio di un nuovo blog.

Dalla scelta di una nicchia all'utilizzo dell'analisi per studiare i tuoi progressi, gestire il tuo blog può essere un processo lungo.

Fortunatamente, abbiamo raccolto tutte le informazioni di cui hai bisogno e le abbiamo combinate in un unico articolo coerente.

Di seguito troverai una breve descrizione di tutto ciò che devi sapere su come avviare un blog. Una volta che hai finito di leggere, il pensiero di aprire un blog sarà molto meno scoraggiante.

Panoramica: come avviare un blog

Aprire un blog non è facile con uno sforzo di immaginazione, ma non è così scoraggiante come potresti pensare. La parte più difficile dell'imparare a bloggare è superare la barriera mentale e i pensieri iniziali travolgenti.

Una volta appreso e compreso il sistema, puoi concentrare le tue energie sulla crescita del blog. Ora tuffiamoci dentro.

Come avviare un blog: nozioni di base da trattare prima di iniziare

Quando decidi di aprire un blog, potrebbe sembrare un processo piuttosto semplice: scegli un dominio, trova un tema elegante e pubblica alcuni contenuti. Tuttavia, può rapidamente diventare travolgente.

Ecco le risposte ad alcune domande comuni sui blog per alleviare le tue preoccupazioni.

Commento da un blog

Puoi essere pagato per scrivere un blog?

Che tu stia scrivendo per il tuo blog o come freelance per qualcun altro, puoi fare soldi con il blog. Naturalmente, ciò che fai dipenderà da chi stai scrivendo, dal contenuto del tuo blog e dalla tua esperienza.

Ricorda solo: non venderti mai allo scoperto.

Come vengono pagati i blogger?

Il reddito di un blogger può provenire da molte fonti. I mezzi più comuni sono la pubblicità, il marketing di affiliazione o il sito Web per cui stai scrivendo. La maggior parte dei pagamenti proverrà da un servizio di terze parti, come PayPal.

In alcuni casi, il tuo stipendio può provenire direttamente dall'azienda o dalla persona per cui stai scrivendo o pubblicizzando.

Le persone leggono ancora i blog?

I blog sono uno dei modi più popolari con cui le persone ingeriscono informazioni. Una rapida ricerca su Google per qualsiasi argomento restituirà un sacco di post del blog. Tuttavia, sebbene il blogging sia iniziato come una forma di journaling online, questa tendenza è diminuita. Nella maggior parte dei casi, gli utenti desiderano contenuti informativi e di qualità che risolvano un problema specifico.

I blog sono ancora rilevanti?

La rilevanza dei blog continua ad aumentare anno dopo anno. Più di 77 milioni di nuovi commentaires i blog vengono pubblicati ogni mese. Quindi gli utenti non solo leggono attivamente i blog, ma li commentano anche.

Mostra un interesse molto più profondo del semplice bisogno di contenuti informativi.

Perché dovresti aprire un blog

Quando sei appassionato di qualcosa, ha senso che tu voglia scrivere un post sul blog e condividerlo con il mondo. Ma forse hai esitato perché non eri sicuro delle tue capacità di scrittura o della tua capacità di trasmettere un punto.

Si dà il caso che una delle cose migliori dell'essere un blogger sia che puoi scrivere come parli. In altre parole, una laurea in scrittura o giornalismo non è un requisito.

Allora perché dovresti aprire un blog? Ecco alcune idee.

1. Condividere informazioni con i lettori

Il motivo più basilare per creare un blog è condividere informazioni con i lettori. Forse ti piace condividere recensioni di libri o suggerimenti rapidi per il miglioramento della casa. Se hai talento per queste cose, dovresti condividerlo con il mondo.

Ricorda che tutte le informazioni sono utili. Il tuo successo verrà da come presenti queste informazioni.

2. Comunica e connettiti con il tuo pubblico

Sapevi che il blogging è un precursore di tutte le piattaforme di social media più popolari che utilizziamo oggi?

Questo perché il blogging è, in parte, un modo per socializzare online.

Puoi interagire con il tuo pubblico attraverso i commenti, permettendoti di espandere la tua community e connetterti con altri con interessi simili.

3. Guadagna passivamente

Il blog può essere un lavoro piuttosto redditizio se fai la cosa giusta. Man mano che ti affermi come esperto nel tuo campo o scrittore di talento, puoi essere pagato per scrivere contenuti e dal marketing di affiliazione. Per non parlare del fatto che continuerai a beneficiare di un post sul blog molto tempo dopo aver fatto clic su "pubblica".

Ora che abbiamo coperto le basi, diamo un'occhiata a ogni passaggio necessario per avviare un blog.

Quanto costa aprire un blog?

Una delle grandi cose dell'avvio di un blog è che non hai bisogno di molti soldi per iniziare. Esistono molti modi per avviare un blog gratuitamente, ma alcune funzionalità e strumenti a pagamento possono aiutarti ad aumentare la tua credibilità e, a sua volta, il numero dei tuoi follower.

Dai un'occhiata alla tabella qui sotto per una ripartizione di alcuni costi che dovresti aspettarti quando avvii un blog.

produitCosto
Nom de domaine$ 0 - $ 20 all'anno
Progettazione di siti web$ 0 - $ 2,500
alloggio$0 – $500 al mese
plugin$ 0 - $ 200
Seo e Marketing$ 0 - $ 1,500 se necessario
Creazione di contenuti$ 0 - $ 500
Comptabilité$ 0 - $ 500 all'anno

Altri tre costi da considerare sono l'hardware, il software e gli abbonamenti. Questi costi variano ampiamente a seconda delle specifiche, della nicchia, delle esigenze e della regione.

Assicurati solo di cercare alternative open source gratuito per software popolare necessario per il tuo blog o area di competenza.

Spesso sono altrettanto buoni e possono aiutarti a risparmiare un po' di soldi.

Cosa serve per aprire un blog?

Non è terribilmente difficile avviare un blog fintanto che hai gli strumenti giusti.

Nello specifico, avrai bisogno di una nicchia che ti piaccia, un dominio del marchio e una piattaforma per condividere i tuoi contenuti. Inoltre, avrai bisogno di alcuni strumenti fisici e digitali, ma ne parleremo un po' più avanti.

1. Trova una nicchia che ami

Quando inizi a scrivere di qualcosa che ami, è molto più facile trasmettere un senso di eccitazione con la tua scrittura. Questa passione si riflette anche nell'affidabilità dei lettori.

Quindi, prima di sederti per scrivere il tuo primo post sul blog, assicurati di aver scelto una nicchia di cui puoi divertirti a scrivere a lungo termine.

2. Scegli un dominio personalizzabile

I blog sono migliaia. Per imprimere il tuo nella mente dei lettori, devi inchiodare l'immagine del tuo marchio. Inizia con il tuo nome di dominio, che è il testo URL del tuo sito web.

Puoi trovare un gioco di parole sfacciato, qualcosa di semplice o il tuo nome se sei ben consolidato nel tuo settore. Trova il perfetto equilibrio tra creativo, semplice e commerciale.

3. Seleziona una piattaforma di blog

Una piattaforma di blogging è un sito o un servizio che utilizzi per creare il tuo blog.

Hai molte opzioni per le piattaforme di blog, come WordPress e Blogger.

La maggior parte delle piattaforme ti guiderà attraverso il processo di blogging e ti fornirà temi gratuiti e premium per far brillare i tuoi contenuti.

Molti forniscono anche un dominio gratuito che puoi utilizzare per iniziare.

4. Scegli una piattaforma di hosting Web affidabile e conveniente

Poiché il tuo sito web è il tuo riflesso, deve funzionare perfettamente. È qui che entra in gioco il web hosting. Il tuo host web è la società che mette il tuo sito web su Internet. Non mancano i servizi di hosting, ma puoi trovarne uno affidabile, conveniente e adatto alle tue esigenze aziendali.

5. Progetta il design, la struttura e la funzionalità di un blog

Per ripetermi: il tuo sito web è un riflesso di te. Quando progetti il ​​tuo blog, dovresti crearlo per essere il più user-friendly possibile. Ciò include un design, una struttura e caratteristiche razionali.

I tuoi lettori dovrebbero essere in grado di navigare facilmente nel tuo sito web. Inoltre, il design e il layout dovrebbero consentire un'esperienza utente semplice e piacevole.

6. Crea contenuti di qualità

Hai già scelto la tua nicchia. La prossima cosa che devi fare è sviluppare ottimi contenuti. Scopri cosa hanno scritto altri blogger e fai un ulteriore passo avanti. Non limitarti a scrivere di cosa tratta il tuo blog, rendilo personale e mirato al tuo pubblico specifico.

Successivamente, lavora per affermarti come l'autorità sull'argomento del tuo blog.

7. Trova il tempo per ottimizzare i tuoi contenuti

Sapevi che un post medio sul blog richiede circa quattro ore per essere scritto? Questo perché è necessario creare contenuti e ottimizzarli. Devi dedicare del tempo allo studio delle parole chiave, delle tendenze, delle parole d'ordine e degli argomenti che renderanno i tuoi contenuti degni di clic.

Più clic ottieni, più alto sarà il tuo blog nei risultati dei motori di ricerca.

8. Abbi il tempo e la pazienza per promuovere il tuo blog

Una verità fondamentale da tenere a mente è che il successo dall'oggi al domani per un creatore di contenuti è estremamente raro. Quando lanci il tuo blog, possono essere necessari mesi per vedere una vera trazione. Ma, con la giusta strategia promozionale e il piano di marketing, quel successo potrebbe arrivare rapidamente.

9. Usa gli strumenti per tenere traccia dei tuoi progressi

Gli strumenti di analisi saranno il tuo pane quotidiano quando si tratta di garantire il successo. Questi strumenti possono aiutarti a tenere traccia della provenienza dei tuoi utenti, su quali link fanno clic e su quali promozioni funzionano. Quindi puoi prendere queste informazioni e ottimizzare ulteriormente i tuoi contenuti e costruire il tuo marchio.

Ora discutiamo ogni elemento in dettaglio.

1. Trova una nicchia che ami

È probabile che la tua scelta di scrivere un articolo derivi dal tuo amore per un particolare argomento. Ma per avere successo, devi trovare un buco nel tuo mercato e riempirlo.

Ad esempio, se ti piace cucinare, perché non creare un blog condividendo vecchie ricette di famiglia?

Una nicchia ti aiuterà a farti notare e a distinguerti tra i milioni di altri blog di cucina.

Grafica vettoriale che mostra un uomo alla ricerca di una manciata di prodotti di nicchia da vendere

Cos'è una nicchia di blog?

Una nicchia del blog è un'area specifica di cui hai scelto di scrivere. Quando determini la nicchia del tuo blog, considera chi è il tuo pubblico di destinazione. Quindi puoi restringere il soggetto a un'area specifica.

Tipi di nicchie di blog

Le opzioni per le nicchie dei blog sono infinite, quindi non limitarti a uno o due argomenti. Certo, alcuni saranno più redditizi di altri, ma è più probabile che tu guadagni un reddito se sei esperto in una materia.

Ecco una rapida ripartizione delle nicchie di blog e dei modi migliori per scegliere il tuo.

Sebbene tu possa bloggare su qualsiasi cosa sotto il sole, dovresti cercare di mantenerlo nelle nicchie più popolari. Fortunatamente, la tua grande categoria di blog sarà probabilmente composta da innumerevoli nicchie più piccole. Quindi prenditi il ​​​​tempo per rivedere ciascuno di essi e vedere dove si adatta il tuo argomento.

Nicchie: passione contro affari

Sfortunatamente, la passione per qualcosa non equivale necessariamente al profitto. Quindi, quando scegli la tua nicchia, guardala da una prospettiva aziendale. In altre parole, quale nicchia nella tua area di competenza sarà la più redditizia?

La risposta ti aiuterà a prendere una decisione informata e guiderà la tua strategia di blogging.

Le nicchie di blog più popolari

Ci sono alcuni nicchie di blog che sono più popolari di altri. Quindi, quando ti siedi per scegliere un argomento, prova a trovare un modo per inserirlo in una delle seguenti grandi nicchie.

1. Finanze

Ti sarà difficile trovare un lettore che non possa beneficiare di una solida consulenza finanziaria. Se la finanza è la tua passione, scomponila in una sezione più ristretta a cui le persone tengono veramente. Ad esempio, potresti scrivere di azioni e investimenti, debito o persino coupon estremi.

2. Marketing digitale

Il marketing digitale sta rapidamente diventando la chiave per attingere alla maggior parte dei mercati. Le tattiche e i metodi di marketing variano, quindi scegli quello con cui ti senti a tuo agio.

Ad esempio, se sei un professionista del social media marketing, puoi creare una guida al social media marketing che ha il potenziale per essere molto redditizia.

3. Ricette e cibo

Fai una ricerca su Google per una ricetta e sfoglia i risultati. Nel complesso, vedrai i blog. Stando così le cose, avrai molta concorrenza. Studia i blog di cucina nella tua zona di scelta e trova una nicchia che non sia già satura di contenuti.

4. Sviluppo personale e cura di sé

Le lo sviluppo personale e la cura di sé sono due cose che le persone cercano costantemente. Allora perché non aiutarli a trovarli prima?

Gestione del tempo, fitness e mindfulness blogging sono solo alcuni degli argomenti che puoi esplorare in questa nicchia. Assicurati solo di ricercare la concorrenza prima di creare un elenco di idee per i post del blog. Devi essere utile senza apparire ripetitivo.

5. Modalità

La moda è un'altra popolare categoria di blog che potrebbe portare molte entrate. In particolare, avrai il potenziale per trarre profitto dal marketing di affiliazione e dalla pubblicità. Alcuni degli argomenti di moda più popolari sono suggerimenti, tendenze e notizie. Una volta che hai la tua nicchia di moda, puoi creare un blog di moda in pochi passaggi solamente.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

Quando scegli la tua nicchia, dovresti tenere a mente alcune cose.

  • Scegli un argomento che ti interessa davvero.
  • Concentrati sulla passione e sul profitto, piuttosto che sull'uno o sull'altro.
  • Scegli un argomento su cui puoi essere un'autorità.
  • Assicurati che ci sia un reale bisogno dei tuoi contenuti.
  • Cerca sempre a fondo i tuoi lettori target.

2. Scegli un dominio personalizzabile

Un dominio brandizzato è essenziale quando vuoi assorbire i lettori.

I lettori potrebbero non ricordarti per nome, ma ti ricorderanno per il tuo dominio o nome del blog.

Grafica vettoriale mostrata nell'illustrazione del sottocampo: un uomo seduto alla sua scrivania con un computer davanti a sé

Cos'è un dominio?

Un dominio è la posizione del tuo sito web su Internet. Ogni dominio è composto da due parti: un dominio di primo livello e un dominio di secondo livello. Il TLD è il suffisso alla fine del tuo indirizzo web e lo SLD è il testo che identifica il tuo sito web.

Cos'è un nome di dominio?

Un nome di dominio è il dominio di secondo livello del tuo indirizzo web. Questa è la parte del tuo indirizzo web che identifica il contenuto o lo scopo del tuo sito. Ad esempio, dentro www.blogpascher.com, “blogpascher” è il nome di dominio.

Capita anche di essere il nome del blog.

I diversi tipi di nomi a dominio

Le aree variano in tutto il mondo. Alcuni includono suffissi specifici del paese, ad esempio .ca per il Canada. Altri sono utilizzati in tutto il mondo, come ad esempio .com. Ci sono migliaia di TLD tra cui scegliere, ma ecco uno sguardo ad alcuni dei domini più comuni.

Nomi di dominio .IO

. IO era un TLD nel territorio britannico dell'Oceano Indiano che è diventato popolare in tutto il mondo dagli anni '1990.

È uno dei preferiti tra le aziende tecnologiche e le startup a causa dell'accoppiamento input/output che è cresciuto nel corso degli anni. Se il tuo blog è incentrato sulla tecnologia, dovresti prendere in considerazione un nome di dominio .io.

nomi di dominio .blog

campo .blog è per i blogger che vogliono facilitare ai lettori l'identificazione del proprio sito come blog. Se hai contenuti diversi sul tuo sito web, puoi impostare un www.yoursite.blog per completare il tuo sito standard.com per facilitare agli utenti l'accesso all'uno o all'altro.

nomi di dominio .shop

Come ci si potrebbe aspettare, il dominio .shop è popolare tra gli utenti che si concentrano sull'e-commerce. Come blogger, potresti non averne bisogno.

Tuttavia, se vendi un prodotto o un servizio e hai un blog, puoi utilizzare entrambi per distinguere tra diversi domini.

nomi di dominio .com

.com è uno dei domini più antichi e riconosciuti.

È il più facile da ricordare e di solito è l'impostazione predefinita quando qualcuno cerca un sito web.

.com deriva da "commerciale" per il suo uso originario come dominio per siti di e-commerce.

.com : l'estensione di dominio più popolare

.com è nato nel 1985 ed è stato lo standard tra le entità di Affari online.

Tuttavia, dalla metà degli anni '90, .com è diventata l'estensione più popolare per tutti i siti Web e le e-mail. La sua popolarità fiorì quando le aziende iniziarono a incorporarlo nei loro nomi. Per la sua ubiquità, .com è spesso la scelta migliore per un sito web.

Tuttavia, se non riesci a ottenere il nome di dominio che desideri con un'estensione .com, la soluzione migliore è scegliere una delle altre estensioni popolari.

Creazione di un nome di dominio personalizzabile

Il branding è la chiave per affermarti come autorità su un argomento. Il posto migliore per iniziare a costruire l'immagine del tuo marchio è con il tuo nome di dominio. Un nome di dominio brandizzato è distinto, unico e, soprattutto, ha il potenziale per diventare sinonimo del tuo argomento.

Cosa rende personalizzabile un nome di dominio?

Il nome di dominio di un marchio sarà:

  • memorabile
  • Attinente al tuo argomento
  • Unico (ma non troppo)
  • Facile da pronunciare
  • Corte
  • Famiglie

Selezione di un marchio che ti consenta di ridimensionare

Man mano che le aziende crescono, crescono anche le loro offerte. Come blogger, potresti iniziare a scrivere su un argomento, solo per specializzarti in altre aree. Puoi anche aggiungere prodotti o servizi derivati ​​al tuo sito web.

Se prevedi una crescita, vorrai un marchio che cresca con te. Un marchio che ti consente di ridimensionare corrisponderà al blog con cui inizi e a qualsiasi potenziale modifica che apporterai in futuro.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

La creazione di un nome di dominio o di un blog è spesso la parte più complicata dell'avvio di un blog.

Ecco alcune cose da tenere a mente quando si sceglie un nome.

  • Fai un elenco di nomi per trovare più facilmente quello giusto.
  • Scegli qualcosa che rifletta il tuo scopo e il tuo marchio.
  • Studia i tuoi concorrenti per nominare le tendenze.
  • Mira alla brevità.
  • Prendi in considerazione la creazione di un marchio attorno al tuo nome di dominio anziché il contrario.

3. Seleziona una piattaforma di blog

Una volta che hai deciso la tua nicchia e il tuo nome, il passo successivo nella creazione del tuo blog è scegliere la tua piattaforma di blog. Hai molte scelte e ancora di più da considerare quando fai la tua scelta.

Grafica vettoriale che mostra l'immagine di una pagina del blog

Cos'è una piattaforma di blog?

Una piattaforma di blogging è un servizio web che ti permette di pubblicare i tuoi contenuti. Hanno tutto il necessario per produrre un blog raffinato, professionale e informativo.

Le funzionalità che troverai sulla maggior parte delle piattaforme di blog includono:

  • L'editore di contenuti
  • Plugin e integrazioni
  • Gestione del dominio
  • Strumenti SEO
  • Modelli e temi
  • Strumenti di analisi

La piattaforma giusta avrà ciascuno di questi elementi e altro ancora. Quando osservi i diversi tipi, assicurati di comprendere l'importanza di ciascuna caratteristica.

Tipi di piattaforme di blog

Sebbene esistano molte piattaforme di blog, rientrano in due categorie: gratuito e a pagamento. L'opzione che scegli dipenderà dal tuo livello di esperienza e dal tipo di marchio che desideri creare.

Le piattaforme di blogging gratuite ti forniscono gli elementi essenziali senza costi di abbonamento elevati.

Ti daranno la creazione di contenuti, un nome di dominio a pagamento o gratuito e una quantità limitata di altre funzionalità che ti aiuteranno a costruire il tuo blog. D'altra parte, il le piattaforme di blog premium forniscono tutto.

Avrai un catalogo completo di temi, plugin ed estensioni da integrare nel tuo blog per renderlo unico e user-friendly.

Self-hosted o ospitato gestito

Se desideri ottenere temi, plug-in e domini in un unico posto, una piattaforma ospitata gestita sarà la soluzione migliore. Le piattaforme gestite semplificano la creazione e la pubblicazione di contenuti in modo rapido e professionale.

Al contrario, un blog self-hosted richiede un nome di dominio, un host e un software. È più complesso di una piattaforma gestita. Tuttavia, il compromesso è una maggiore scalabilità e personalizzazione totale.

Le piattaforme di blogging più popolari

Se stai bloggando per la prima volta, potresti sentirti sopraffatto dalla varietà di piattaforme di blogging. Fortunatamente, questa varietà significa che hai un sacco di opzioni facili da usare e scalabili che sono perfette per i blogger di tutti i livelli di esperienza.

Piattaforme di blogging di livello principiante

Come nuovo blogger, dovresti provare a trovare una piattaforma di blog con una curva di apprendimento bassa.

Ecco alcune delle migliori piattaforme di blogging per principianti:

  • WordPress.com
  • Wix
  • Web.com
  • Weebly

Sebbene siano ottimi per i principianti, non sono necessariamente le migliori opzioni da scegliere, poiché sono limitate nelle funzionalità e non molto aggiornabili.

Piattaforme di blog facili da usare

Quando vuoi un blog raffinato senza troppe complicazioni, devi scegliere una piattaforma facile da manovrare. In particolare, dovrai sceglierne uno che sia semplice da aggiornare, semplifichi la creazione di contenuti e non richieda una conoscenza approfondita del blogging o dell'ottimizzazione.

  • WordPress.com
  • Weebly
  • Web.com
  • HubSpot
  • Gator (di HostGator)
  • Blogger

Ancora una volta, questi sono facili da usare, ma hanno un costo.

Piattaforme di blog scalabili

Le piattaforme di blogging più scalabili spesso richiedono un po' più di know-how tecnico. Consentono di aggiungere e rimuovere funzionalità, personalizzare i contenuti e integrare plug-in.

  • Drupal
  • WordPress.org
  • WordPress.com

In alcuni casi, l'esperienza di codifica sarà utile se non necessaria. Tuttavia, con piattaforme come WordPress.com, sarai in grado di ridimensionare ampiamente il tuo marchio senza molte conoscenze tecniche.

Per i siti che sono più un hobby per perdere denaro, le piattaforme di blog scalabili sono la categoria che suggeriamo di utilizzare.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

Una piattaforma di blogging può creare o distruggere il futuro del tuo blog.

Quindi, per assicurarti che il tuo blog prosperi, devi fare quanto segue per assicurarti il ​​successo.

  • Scegli una piattaforma adatta ai tuoi contenuti.
  • Trova webinar o lezioni su come utilizzare la tua piattaforma.
  • Considera i tuoi obiettivi a lungo termine e scegli una piattaforma che ti aiuti a raggiungerli.
  • Testa prima ogni piattaforma per evitare un cambiamento frustrante in futuro.
  • Scegli una piattaforma che offra un design intuitivo del sito.

Scelte migliori: piattaforme di blog

Una panoramica delle piattaforme di blog preferite

La nostra scelta

wordpress

  • WordPress è uno dei CMS più popolari su Internet. La maggior parte dei più grandi siti del mondo sono alimentati da questo CMS
  • Facile da configurare a un costo minimo
  • Enorme quantità di temi, plugin e supporto per gli sviluppatori
  • Incredibilmente scalabile a differenza di molti altri siti di blog gratuiti

Wix

  • Wix offre un'interfaccia e un design intuitivi e senza problemi: oltre 200 modelli per configurare rapidamente un sito Web
  • Hosting gratuito con ogni piano. Ciò include un CDN e aggiornamenti automatici
  • Integrazione nativa dell'e-commerce per facilitare la vendita dei prodotti

Fantasma

  • Un'ottima alternativa a WordPress
  • Offre un modo rapido e semplice per creare post di blog
  • La versione gratuita è accettabile, ma la versione premium offre un accesso aggiuntivo a più funzionalità come domini personalizzati, strumenti SEO avanzati e supporto prioritario

4. Scegli una piattaforma di hosting di siti Web affidabile e conveniente

Ora che hai deciso il nome, la nicchia e la piattaforma del tuo blog, è il momento di decidere chi ospiterà il tuo sito web. Tuttavia, la scelta del servizio giusto può essere difficile se non si ha familiarità con il web hosting.

Ecco una panoramica per facilitare questa scelta.

hosting WordPress gestito

Che cos'è l'hosting web?

Un host web è un servizio che mette online il tuo sito. Ogni servizio di hosting ha il proprio server che ospita i siti web. Non importa se hai scelto di creare un blog gestito o un blog self-hosted. Avrai bisogno di un sito web per ospitare il tuo dominio e il contenuto del sito web.

Tipi di web hosting

Prima di scegliere un provider di hosting, dovresti avere una conoscenza di base dei diversi tipi di web hosting. Ogni opzione ha i suoi pro e contro e alcune richiedono più esperienza di altre. Ci sono tre tipi web hosting da considerare nella scelta di un servizio.

Questi sono condivisi, VPS e web hosting dedicato.

1. Hosting Web condiviso

L'hosting condiviso è un modo semplice ed economico per mettere online il tuo sito. Questi host memorizzano più siti, che condividono tutte le risorse dell'host. La maggior parte degli host condivisi ha più livelli di piani di hosting che iniziano gratuitamente.

Le funzionalità che otterrai dipenderanno dal piano di hosting che scegli. L'hosting condiviso è l'ideale per i blogger che hanno appena iniziato.

2. Hosting web dedicato

Il web hosting dedicato è più popolare tra le grandi aziende, le società e altre grandi entità. Il vantaggio principale è che sarai l'unico sito web sul tuo server.

Tuttavia, lo svantaggio è che la manutenzione, il software e tutte le altre cose che otterresti da un servizio di hosting saranno sotto la tua responsabilità.

3. Hosting Web VPS

Il web hosting VPS (server privato virtuale) è la via di mezzo tra un provider di hosting condiviso e dedicato. Quando scegli un VPS, condividi un server con altri siti web.

Tuttavia, a differenza dell'hosting condiviso, non condividerai risorse con questi siti. Invece, avrai una parte del server centrale che puoi configurare secondo le tue specifiche.

Hosting tradizionale vs hosting gestito

Le due grandi categorie che incapsulano i tre tipi di hosting sono l'hosting tradizionale e l'hosting gestito. L'hosting tradizionale include web hosting dedicato e condiviso.

L'hosting dedicato e condiviso è la norma da decenni. D'altra parte, l'hosting gestito prevede l'affitto di spazio su un server. L'hosting VPS è un tipo di hosting gestito, proprio come il cloud hosting. Il cloud hosting è simile all'hosting VPS, anche se un po' più complesso.

L'hosting web più popolare

Curioso di sapere quale servizio di web hosting è giusto per te?

Ecco una panoramica di alcuni dei servizi più popolari.

Bluehost

Bluehost è uno dei servizi di web hosting più popolari là fuori, e per una buona ragione. Il suo design intuitivo lo rende perfetto per i principianti, mentre le sue funzionalità attirano i blogger di tutti i livelli.

Se hai scelto di installare WordPress.org, sei fortunato.

Bluehost offre molte funzionalità di blog che semplificano l'hosting del tuo blog WordPress.

SiteGround

Un altro sito Web compatibile con WordPress è SiteGround.

È un servizio popolare grazie ai suoi server veloci, al servizio clienti e alla sicurezza.

Poiché utilizza Google Cloud e integra WordPress, SiteGround è perfetto per i blogger con piattaforme più grandi, aziende e coloro che intendono ridimensionare i propri servizi.

WP motore

WP Engine è un altro host WordPress che è un'ottima scelta se desideri utilizzare WordPress come piattaforma. Offre un sacco di spazio di archiviazione e velocità e assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Lo svantaggio principale è che è un po' più costoso degli altri. Tuttavia, il costo potrebbe valerne la pena se si dispone di un sito più complesso.

Kinsta

Kinsta è un host compatibile con WordPress che offre agli utenti strumenti di livello aziendale. Fornisce monitoraggio delle prestazioni, velocità elevate e la sicurezza di una piattaforma Google Cloud.

Inoltre, Kinsta offre una piattaforma facile da usare per gestire i tuoi contenuti. E quando riscontri problemi, l'assistenza clienti di Kinsta è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per aiutarti.

Volano

Volano è un servizio di hosting gestito che fornisce agli utenti piani di hosting a basso costo. È un servizio di hosting WordPress progettato per i clienti di livello aziendale.

Tuttavia, come blogger, puoi comunque beneficiare delle sue funzionalità. Detto questo, è improbabile che tu abbia bisogno di qualcosa di così robusto quando inizi un blog.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

Mentre le caratteristiche uniche di ciascun servizio di hosting dovrebbero essere considerazioni chiave nella scelta di un host web, ci sono anche alcune altre cose da tenere a mente.

  • Il tuo host dovrebbe offrire un tempo di attività del 99,99% per ridurre al minimo ritardi o tempi di inattività.
  • Hai bisogno di velocità di caricamento elevate per assicurarti che gli utenti non si sentano frustrati e lascino il tuo sito web.
  • Scegli un provider di hosting che abbia un'ottima reputazione per l'assistenza clienti.
  • Trova un host che consenta al tuo marchio di crescere in futuro.
  • La sicurezza dovrebbe essere fondamentale, quindi trova un host web con le migliori funzionalità di sicurezza.

Le nostre migliori scelte di hosting web

Una panoramica delle società di hosting Web preferite

La nostra scelta

WP motore

  • La piattaforma di hosting numero 1 per WordPress.
  • Enorme set di funzionalità, inclusi backup automatici, aggiornamenti automatici dei plug-in e hosting altamente sicuro, efficiente e scalabile

CampusPress

  • L'obiettivo principale di questa società di hosting sono i siti Web educativi: lavorano solo su quelli, quindi conoscono bene lo spazio.
  • I servizi includono accessibilità, sicurezza, hosting e supporto per blog e siti Web relativi all'istruzione

Kinsta

  • Una soluzione di hosting WordPress gestita in forte espansione
  • Prezzo conveniente che include caratteristiche standard come il CDN, backup, supporto, ecc.

5. Progetta un blog con struttura e funzionalità

Tre elementi cruciali di un blog di successo sono la funzionalità, il design e la struttura del tuo blog. Come blogger, dovresti progettare il tuo sito con questi tre componenti.

Altrimenti, rischi un sito che potrebbe portare gli utenti altrove.

Qual è la funzionalità del blog?

La funzione blog ti consente di includere un blog nel tuo sito web. Quando aggiungi funzionalità di blog al tuo sito, aggiungi una nuova dimensione di contenuto di cui i lettori possono beneficiare.

Perché il blog è importante?

Il blog è importante perché fornisce un modo semplice per condividere contenuti e informazioni su un sito Web dedicato a un'altra funzione. Ad esempio, se al momento hai un negozio di abbigliamento online, potresti trarre vantaggio dall'inclusione di un blog di moda.

Se desideri aumentare il traffico verso il tuo sito, il blogging è anche un ottimo modo per ottimizzare ulteriormente i contenuti del tuo sito web.

Tipi di funzioni del blog

Il blog dipenderà dal tipo di sito che hai e dal tipo di contenuto che vuoi creare.

Quindi analizziamo i tipi più comuni di siti Web e come funzionano i blog.

Siti informativi

I siti Web di notizie forniscono informazioni specifiche: come notizie, organizzazione di feste o genitorialità, solo per citarne alcuni. I blog sui siti di notizie sono un modo semplice per aggiungere un tocco personale al contenuto del tuo sito web.

Per esempio, una delle caratteristiche dei blog del New York Times è quello di condividere le idee e le opinioni dei giornalisti invece del reportage tradizionale.

Siti di commercio elettronico

L'aggiunta di un blog al tuo sito di e-commerce è lo strumento perfetto per mantenere un utente sul tuo sito web. I tuoi clienti vedranno la tua esperienza quando fornisci informazioni preziose insieme ai tuoi prodotti.

Inoltre, un blog può offrire applicazioni reali del tuo prodotto o servizio. Ad esempio, un appaltatore privato potrebbe aggiungere un blog "hack di ristrutturazione" per connettersi con potenziali clienti.

Siti web della comunità

Quando vuoi aumentare la consapevolezza sullo scopo di una comunità, un blog sul tuo sito web è un ottimo modo per farlo.

In questo caso, lo scopo del blog potrebbe essere quello di istruire i nuovi arrivati ​​sui problemi all'interno della tua comunità e sulle storie quotidiane di come gli utenti possono contribuire.

Altri: Varie

Anche altri tipi di siti web che non rientrano nell'informazione, come l'e-commerce o la community, possono beneficiare di un blog. Ciò include i siti che comprendono aspetti o due o tutti e tre questi aspetti.

Ad esempio, il sito Web di un autore potrebbe avere un negozio online, contenuti bonus per i libri e un blog sul processo di scrittura.

Queste funzionalità stimolano le vendite, generano interesse e guadagnano clic.

Che cos'è il design del blog?

Il design del blog è design diaspetto del tuo blog. Include caratteri, combinazioni di colori, immagini, loghi e tutto ciò che utilizzi per adattare il tuo blog alla tua visione.

Perché il design del blog è importante?

Ti è mai capitato di cliccare su un link e poi cliccare su "indietro" dopo pochi secondi perché il design del sito web ti dava fastidio?

Se è così, hai già una conoscenza di base dell'importanza del design del blog. Quando un utente accede al tuo sito Web, desidera un'esperienza piacevole.

Non vogliono essere accecati da colori sgargianti o affrontare lunghi tempi di caricamento da supporti eccessivi. Questi fastidi sono un modo infallibile per indurre i lettori a cercare i loro contenuti altrove.

Tipi di design del blog

Una delle cose migliori della maggior parte delle piattaforme di blogging è che offrono temi di blogging gratuiti e premium. Puoi anche acquistare temi predefiniti o pagare un designer per personalizzarne uno.

Temi gratuiti e temi premium

Molte piattaforme hanno un buon mix di temi gratuiti e a pagamento tra cui i blogger possono scegliere. La principale differenza tra i due è il numero di funzioni personalizzabili. Un tema gratuito avrà meno campane e fischietti, consentendo tempi di caricamento più rapidi.

Tuttavia, lo svantaggio è che hai meno opzioni di personalizzazione. D'altra parte, i temi premium sono altamente personalizzabili, hanno più supporto e hanno più integrazioni di app.

Temi predefiniti e temi personalizzati

I temi predefiniti, che costituiscono la maggior parte dei temi gratuiti e premium, forniscono un modo semplice per creare un sito attraente. Sono convenienti ma offrono una discreta quantità di personalizzazione. I temi personalizzati sono un po' più costosi. Tuttavia, con quel costo arriva un design del blog che si adatta alle tue esigenze.

Non dovrai scendere a compromessi sul posizionamento del colore o del logo. Invece, otterrai esattamente quello che stai cercando.

Qual è la struttura del blog?

Come per il design del tuo blog, la struttura del tuo blog è un altro fattore critico per attrarre lead e posizionarsi nei risultati di ricerca. La struttura contiene i diversi componenti di un post sul blog, inclusi titolo, intestazioni, introduzione, corpo e conclusione.

Perché la struttura del blog è importante?

L'utilizzo di titoli HTML appropriati, parole chiave appropriate e collegamenti ad alta autorità nel tuo articolo aiuta a strutturare il tuo blog. Questa struttura è ciò che ti aiuta a posizionarti più in alto nei risultati dei motori di ricerca.

Ad esempio, un blog con titoli HTML verrà "letto" dai motori di ricerca più facilmente rispetto al testo non formattato.

Allo stesso modo, a Sommario lo renderà più user-friendly. In ogni caso, sarai sulla buona strada per posizionarti più in alto nei risultati di ricerca.

Tipi di struttura del blog

I due tipi principali di struttura del blog sono tradizionali e silos. Questa sezione riassume le principali differenze tra i due.

Tradizionale vs Silo

Un blog tradizionale sarà proprio questo: un blog.

L'organizzazione ei menù possono essere limitati a mesi o date, ma questo sarà il limite dell'organizzazione di un sito. È un modo semplicistico e in qualche modo obsoleto di organizzare i contenuti.

Una struttura a silo è ordinatamente organizzata utilizzando categorie e sottocategorie, come ad esempio Ricette>Vegan>Dolci.

L'organizzazione a silo è facile da ordinare per i crawler dei motori di ricerca per determinare se i tuoi contenuti sono pertinenti.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

Ecco alcuni suggerimenti rapidi per ottimizzare il design e la struttura del tuo blog.

1. Utilizza inizialmente un tema predefinito, quindi esegui l'upgrade in un secondo momento

Quando avvii un blog per la prima volta, considera di scegliere prima un tema prefabbricato. Questo ti darà il tempo di capire come funzionano temi e blog. Un tema premade elimina anche lo stress della progettazione di un tema durante il tentativo di lanciare un blog.

2. Seleziona un tema leggero che includa le funzionalità desiderate

Un tema del sito Web leggero fornirà tempi di caricamento rapidi e un'esperienza migliore per i tuoi utenti. Quando scegli un tema, opta per un tema che sia veloce e offra le funzioni che desideri. Le funzionalità possono includere integrazione con i social media, layout di e-commerce e funzionalità personalizzabili.

3. Inizia con uno stack tecnologico di base

Uno stack tecnologico è il toolkit di cui avrai bisogno per raggiungere i tuoi obiettivi di blogging. In qualità di blogger, avrai bisogno di strumenti di ottimizzazione, soluzioni convenienti e consegna semplificata agli utenti.

Quindi scegli uno stack tecnologico che offra ognuna di queste cose. WordPress e altre piattaforme di blog avranno probabilmente tutto ciò di cui hai bisogno. Tuttavia, potresti beneficiare di tutorial sulle diverse funzioni prima di scegliere i tuoi piani e temi.

6. Crea contenuti di qualità

la tua il contenuto è al centro del tuo blog. Non importa quanto sia buono il tuo design, la struttura e l'ottimizzazione dei motori di ricerca, farai fatica ad avere successo se i tuoi contenuti non sono pertinenti.

Quindi, per aumentare le tue possibilità di creare un blog di successo, devi concentrarti sulla produzione di contenuti.

Cos'è la produzione di contenuti?

La produzione di contenuti varia a seconda del settore, ma in sostanza si tratta semplicemente di creare contenuti per un sito o un'entità. Nel tuo caso, quel sito sarebbe il tuo blog. Il contenuto che produci è tutto sul tuo sito, inclusi post di blog, descrizioni di prodotti e biografie.

Perché è importante la produzione di contenuti?

I tuoi contenuti sono il modo in cui ti connetti con il tuo pubblico.

Questo è il modo in cui rispondi alle domande, fornisci e condividi informazioni. Se vuoi comunicare in modo efficace, devi concentrarti sulla produzione di contenuti ottimizzati e di alta qualità per i tuoi lettori.

Tipi di contenuti da produrre sul tuo blog

Avrai la tua scelta su quale contenuto scegliere quando avvierai il tuo blog. Tuttavia, la maggior parte dei post del blog rientrerà in una delle due categorie: informative o transazionali.

Informativo vs Transazionale

Un post informativo sul blog trasmette conoscenza al tuo lettore.

Questi articoli rispondono a domande, forniscono informazioni o arricchiscono in qualche modo la vita del tuo lettore. Vuoi che il tuo lettore lasci il tuo sito con una nuova comprensione del tuo argomento.

Un post di blog transazionale in genere include a CTA (invito all'azione) che indirizza un lettore a eseguire un'attività o una transazione.

Ad esempio, la transazione può essere sotto forma di iscrizione a una newsletter, webinar gratuito o acquisto.

I tipi più popolari di post sul blog

Hai mai sentito parlare delle sette trame di base della storia? I blog hanno un tema simile. Qualunque sia il tipo di contenuto del blog che produci, rientrerà senza dubbio in una delle quattro categorie.

1. Articoli di informazione generale

I post di blog di informazioni generali forniscono contenuti informativi a un lettore. A seconda del tipo di informazioni, i post informativi possono avere o meno un invito all'azione.

Esempi di post di blog informativi sono articoli pratici, consigli di moda, tattiche genitoriali e notizie.

2. Liste

Se hai trascorso più di cinque minuti sui social media, probabilmente ti sei imbattuto in un elenco. Gli elenchi sono post di blog che sono semplicemente elenchi di prodotti.

Questi articoli offrono elenchi di "migliori prodotti per" e "cose ​​che non hai mai conosciuto", con un piccolo estratto per ogni articolo. Se vuoi guadagnare con il marketing di affiliazione, le inserzioni sono un ottimo modo per farlo.

3. Elementi di confronto

I post di blog di confronto confrontano due o più cose, di solito con un chiaro vincitore alla fine. Sono l'ideale se desideri che i tuoi lettori effettuino un acquisto o intraprendano un'azione.

Ad esempio, se offri servizi di marketing sui social media, puoi scrivere un articolo di confronto sul marketing di Instagram e TikTok.

4. Rivedere gli articoli

Gli articoli di recensione assumono molte forme. Alcuni possono sembrare simili ad articoli di informazioni generali, mentre altri sono più simili a elenchi.

I post di recensione possono riguardare prodotti o servizi propri o di altre persone. Sono un'altra grande opzione per gli specialisti in marketing di affiliazione, perché puoi utilizzare i contenuti del tuo blog per creare il prodotto.

Modi per produrre contenuti per il tuo blog

Quando ti sei seduto per pianificare come avviare un blog, potresti aver pensato che l'unico modo per produrre il contenuto del blog fosse scriverlo tu stesso.

In realtà, è solo un'opzione tra le tante.

scrivilo tu stesso

Molti scrittori preferiscono scrivere i propri contenuti. In questo modo, puoi assicurarti che la tua voce e il tuo tono risplendano nei tuoi contenuti. Il principale svantaggio di scrivere i tuoi contenuti è che può richiedere molto tempo.

Come accennato in precedenza, il post sul blog medio può richiedere fino a quattro ore. Questo potrebbe non essere un problema se il blogging è il tuo lavoro a tempo pieno. Tuttavia, se si tratta di un concerto secondario, potrebbe essere necessario considerare altre opzioni.

Assumi uno scrittore

Se il tuo blog è o sarà un'azienda, puoi assumere uno scrittore dedicato per produrre contenuti. Può realizzare i tuoi articoli secondo le tue specifiche e darti il ​​vantaggio di un'attenzione individuale. Il tuo copywriter può essere un dipendente a tempo pieno o part-time o chiunque altro abbia familiarità con la tua area di competenza.

Affidare a liberi professionisti

La scrittura freelance è un'altra risorsa preziosa per i blogger di carriera. I liberi professionisti si avventurano in tutti i campi, quindi puoi trovarne uno che abbia esperienza nella tua nicchia. Puoi assumere uno scrittore freelance per fare un singolo articolo o come contratto che dura diversi mesi, se non di più.

Assumi un'agenzia di contenuti

Le agenzie di contenuti sono l'ideale se devi produrre molti contenuti. Ottieni ancora un servizio individuale, ma un intero team di scrittori invece di uno solo. Le agenzie di scrittura di contenuti hanno anche l'ulteriore vantaggio di scrittori interni e un team di garanzia della qualità.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

Il contenuto del tuo blog ti distinguerà dalla concorrenza, quindi farlo bene la prima volta è essenziale. Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente durante la fase di creazione dei contenuti.

  • scrivi spesso
  • Non aver paura di esternalizzare
  • Rimani aggiornato sulle tendenze del settore
  • Evita di parlare di te stesso
  • Usa esempi per ottenere punti

7. Trova il tempo per ottimizzare i tuoi contenuti

Un aspetto del blogging che i principianti spesso trascurano è l'ottimizzazione dei contenuti.

Ci vuole un po' di tempo per abituarsi, ma una volta apprese le nozioni di base, sarai in grado di ottimizzare i tuoi post in modo rapido ed efficiente.

ottimizzazione SEO organica

Cos'è l'ottimizzazione dei contenuti?

Quando un motore di ricerca esegue la scansione del Web, cerca parole chiave, titoli, collegamenti e altre funzionalità sui siti Web. L'ottimizzazione dei contenuti è il modo in cui rendi il tuo sito web più visibile ai motori di ricerca e, quindi, ai lettori.

Quando scrivi un post sul blog, dovresti utilizzare tutti gli strumenti di SEO disponibili per ottimizzare i tuoi contenuti.

Perché è importante l'ottimizzazione dei contenuti?

L'ottimizzazione dei contenuti è l'aspetto del tuo sito sul Web. L'ottimizzazione dei tuoi contenuti genererà più lead, aumenterà il traffico organico e si posizionerà più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca o nelle SERP.

Strumenti che semplificano l'ottimizzazione dei contenuti

Non è necessario essere un esperto SEO o comprendere appieno come funzionano i motori di ricerca per produrre contenuti ottimizzati. Sebbene il know-how di base sia indubbiamente prezioso, ci sono molti strumenti disponibili per aiutarti a ottimizzare i tuoi contenuti.

1. MercatoMuse

Uno strumento di creazione di contenuti popolare ed efficace è MarketMuse.

Questo strumento di ottimizzazione SEO analizza i dati web per sviluppare piani, idee di contenuto e parole chiave che aiuteranno i tuoi articoli a raggiungere il pubblico giusto.

MarketMuse fornisce anche preziose informazioni su ciò che il tuo pubblico si aspetta da te.

2. Diaspro

Precedentemente noto come Jarvis, Jasper è un generatore di contenuti web. È alimentato dall'intelligenza artificiale, quindi avrai il vantaggio di contenuti generati automaticamente che rafforzano il contenuto che crei.

Jasper può aiutarti a creare post, titoli e strutture, riducendo drasticamente il tempo che dedichi alla creazione di contenuti.

3. SEO per surfisti

Surfer SEO è uno strumento di ottimizzazione per i motori di ricerca che aiuta i blogger a sviluppare contenuti web perfettamente ottimizzati. Puoi creare piani, utilizzare contenuti generati dall'intelligenza artificiale e ottenere informazioni dettagliate basate sui dati sulle tue prestazioni online. Otterrai anche preziose informazioni su parole chiave, struttura e utilizzo dei media.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

  • Sviluppa contenuti che incoraggino gli utenti a fare clic sul tuo sito.
  • Riduci al minimo le immagini per aumentare il tempo di caricamento.
  • Ottimizza il tuo sito web per l'utilizzo da dispositivi mobili.
  • Usa circa 3-5 collegamenti web per 1000 parole di contenuto.
  • Collegamento solo a fonti di alta autorità.

Inoltre, suggeriamo di seguire le linee guida delineate nell'infografica di seguito come best practice per ogni post che pubblichi.

8. Abbi il tempo e la pazienza per promuovere il tuo blog

L'ultimo passo prima di lanciare il tuo blog è promuoverlo. Mentre potresti rabbrividire al pensiero di passare del tempo lontano dalla scrittura per promuovere il tuo sito, è imperativo che tu lo faccia. Ma cos'è la promozione del blog? E come lo fai?

Diamo un'occhiata.

Che cos'è la promozione del blog?

La promozione del blog è il processo che guida attivamente i lettori verso i tuoi contenuti.

è possibile Promuovere il tuo blog sui social media, attraverso campagne di email marketing e facendo networking con altre figure chiave del tuo settore.

Perché la promozione del blog è importante?

Come blogger emergente, devi pubblicare il nome del tuo blog perché il contenuto da solo non è sufficiente per indirizzare blocchi di traffico al tuo sito web. La promozione spinge i lettori a visitare la tua pagina e a leggere i tuoi contenuti.

A volte questo incentivo si presenta sotto forma di uno sconto, mentre altre volte è semplicemente la promessa di informazioni ricercate.

I modi più popolari per promuovere un blog

Potresti essere sorpreso dal numero di opzioni disponibili per Promuovere il tuo blog. Fortunatamente, questa varietà significa che avrai la tua scelta di metodi. Tuttavia, tieni presente che alcuni metodi sono più popolari di altri. Considera quanto segue.

1. Produrre contenuti per la ricerca organica

Ottimizzare i tuoi contenuti per la ricerca organica è uno dei modi migliori per indirizzare il traffico verso il tuo blog. Ciò comporta la ricerca di parole chiave e l'utilizzo di titoli e argomenti che gli utenti cercano spesso. Puoi anche riutilizzare i vecchi contenuti modificandoli con i tuoi strumenti SEO per renderli pertinenti.

2. Crea un elenco di e-mail

L'email marketing è un altro metodo efficace di promozione. Il contenuto che condividi nelle tue campagne e-mail dipenderà dal tuo pubblico, scopo e settore.

In ogni caso, l'email marketing è uno dei modi migliori per raggiungere i lettori che hanno già stabilito un interesse per te o per i tuoi contenuti. Una newsletter è l'opzione migliore, che puoi creare rapidamente utilizzando un generatore di newsletter.

3. Usa i social media

I social media sono diventati uno dei più potenti strumenti di marketing digitale disponibili, quindi sarebbe saggio utilizzarli a proprio vantaggio. Facebook, TikTok, Instagram e Twitter hanno tutti dati demografici diversi, quindi scoprire chi usa cosa prima di scegliere le tue piattaforme.

4. Contatta altri blogger

Il networking è uno strumento essenziale per i creatori di contenuti online. Quando vuoi Promuovere il tuo blog, prendi in considerazione la possibilità di contattare altri blogger del tuo settore. Puoi andare commentaires su altri blog, offriti di scrivere un guest post o chiedi una menzione.

Man mano che ti stabilisci nella tua comunità di blog, troverai maggiori opportunità di promozione con i tuoi colleghi.

5. Usa annunci a pagamento

La pubblicità a pagamento può essere uno strumento promozionale efficace se sai come usarla. Puoi lanciare campagne pubblicitarie su i social network, Google o altri siti Web per indirizzare il traffico verso i tuoi contenuti.

Tuttavia, prima di lanciare la tua campagna, riduci il targeting, i media e il testo dell'annuncio per assicurarti che il tuo annuncio spunti le caselle giuste.

Suggerimenti per i blog Raccomandazione

La promozione può essere una delle aree più difficili del blogging.

Quindi ecco alcuni suggerimenti rapidi da tenere a mente quando si mette insieme il piano di marketing.

  • Studia regolarmente le tendenze dei social media.
  • Scopri come sviluppare il pubblico target perfetto.
  • Rendi la ricerca di parole chiave e le tendenze del settore una priorità assoluta.
  • Costruisci una community con altri blogger e influencer per espandere la tua portata.
  • Non aver paura di esternalizzare a gestori di social media e agenzie di marketing.

9. Usa gli strumenti per tenere traccia dei tuoi progressi

Il passaggio finale nell'avvio di un blog è l'acquisizione e l'apprendimento di come utilizzare gli strumenti di tracciamento.

Si tratta di servizi o funzionalità basati su cloud del tuo sistema di gestione dei contenuti forniti con il tuo piano.

aprire un blog 10

Quali sono gli strumenti di monitoraggio dei progressi?

Gli strumenti di monitoraggio dei progressi ti aiutano a visualizzare i dati sulle prestazioni del tuo sito. Forniscono informazioni sul comportamento degli utenti, sulle preferenze e sul posizionamento nei motori di ricerca.

Quindi puoi utilizzare questi dati per prendere decisioni informate su futuri post del blog, aggiornamenti del sito e funzionalità.

Sono necessari strumenti di monitoraggio dei progressi?

Mentre potresti voler trovare un modo per risparmiare denaro sul tuo stack tecnologico, gli strumenti di monitoraggio dei progressi sono essenziali per il successo. Non sono strettamente necessari.

Tuttavia, per assicurarti di avere un blog di successo, devi capire i tuoi utenti.

Tipi di strumenti di monitoraggio dei progressi

Ci sono una manciata di strumenti di monitoraggio dei progressi tra cui scegliere. In particolare, dovresti esaminare gli strumenti che forniscono analisi, informazioni sul posizionamento e informazioni di tracciamento sui contenuti del tuo sito.

1. Strumenti di analisi

Gli strumenti di analisi ti aiutano a misurare le prestazioni del tuo blog. Forniscono una funzione di report per mostrarti come il tuo blog si confronta con i tuoi concorrenti.

Con gli strumenti di analisi, puoi monitorare:

  • Classifiche SERP
  • Tempo trascorso su una pagina
  • Visualizzazioni di pagina
  • traffico web
  • La frequenza di rimbalzo
  • Articoli con le migliori prestazioni
  • Le origini dei clic
  • Il numero di iscritti
  • Il tasso di conversione

Comprendere questi aspetti del tuo blog può darti un'idea delle modifiche che potresti voler apportare.

2. Strumenti di monitoraggio della classifica

Potresti pensare che i rank tracker misureranno il posizionamento del tuo sito web. Tuttavia, in realtà sono strumenti che ti mostrano dove si posiziona una parola chiave sul web. I tracker di ranking sono ottimi per migliorare il posizionamento SEO e SERP del tuo sito web.

3. Strumenti di monitoraggio dei collegamenti

Quando promuovi il tuo blog, vuoi assicurarti di ottenere un ritorno sull'investimento. Per fare ciò, puoi investire in strumenti di tracciamento dei link. Questi strumenti ti consentono di vedere da dove provengono i visitatori del tuo sito.

Quindi, se stai pubblicando una campagna e-mail insieme ad annunci sui social media e Google Ads, devi sapere quanto sono efficaci. Sapere su quale link le persone cliccano di più ti dirà dove indirizzare la maggior parte dei tuoi investimenti di marketing.

Avvio di un blog nel 2023: considerazioni finali

Quindi, ora che hai seguito questa guida, dovresti avere un'idea migliore di come avviare un blog. Cerca di non essere sopraffatto dalla quantità di contenuti che abbiamo trattato. Invece, usa le informazioni qui per guidarti nel lancio del tuo blog un passo alla volta.

La dashboard di WordPress offre tutti gli strumenti di cui hai bisogno in un unico posto.

Avviare un blog richiede molti passaggi, ma avere tutti gli strumenti necessari a portata di mano renderà tutto molto più semplice. E ricorda, non devi eseguire questi passaggi in ordine. Inizia con il compito più semplice e vai da lì.

Hai altre domande? Non esitare a lasciare un commento e ti contatteremo il prima possibile.

%d ai blogger piace questa pagina: