Vai al contenuto principale

Come sapere quali plugin utilizza un sito Web WordPress

Divi: il tema WordPress più semplice da usare

Divi: il miglior tema WordPress di tutti i tempi!

più Download di 901.000, Divi è il tema WordPress più popolare al mondo. È completo, facile da usare e viene fornito con oltre i modelli gratuiti 62. [Consigliato]

Hai bisogno di scoprire quali plugin WordPress utilizza un sito web?

Di seguito un tutorial precedente, in cui noi mostri come scoprire quale tema utilizza un sito Web WordPressabbiamo pensato che la prossima cosa da affrontare fosse quali plugin utilizzava un sito Web WordPress.

Se questo è il tuo primo contatto con WordPress, ti invitiamo a scoprirlo Come installare un blog Wordpress passi 7

Che senso ha sapere quale plugin utilizza un sito WordPress?

Bene, con ogni probabilità, prima o poi ti imbatterai in un sito Web che mostra una funzionalità che ti piacerà e vorresti riprodurre sul tuo sito web. A questo punto, conoscere quale plug-in viene utilizzato diventa pratico.

La prima cosa da menzionare qui è che:

  • - sfortunatamente non tutte le funzionalità sono causate da plugin (alcune funzionalità possono essere aggiunte dal tema stesso).
  • - non esiste un modo infallibile per trovare tutti i plugin utilizzati su un sito web: sebbene ci siano diversi metodi per scoprirlo.

Inizieremo con il metodo più semplice per finire con i metodi più complessi, diamo un'occhiata ai diversi metodi disponibili per scoprire quali plugin sono utilizzati da un sito Web WordPress!

Ma se usi un sito Web di prova e desideri installare plugin, scoprilo Come installare (aggiungere) un plugin su WordPress

1 - L'uso di strumenti automatizzati

Il modo migliore per sapere quali plugin utilizza un sito Web è utilizzare gli strumenti disponibili su Internet. Sfortunatamente, questi strumenti sono lontani dall'essere in grado di rilevare tutti i plugin di WordPress. Inoltre, molti di questi strumenti non sono particolarmente convenienti, il che spesso fa sì che le persone abbandonino rapidamente il loro ruolo di detective.

Tuttavia, poiché questi tipi di strumenti di rilevamento online sono così rapidi e facili da usare, sono comunque un buon punto di partenza.

In nessun ordine particolare, gli strumenti più popolari in grado di rilevare i plugin di WordPress sono: WordPress Plugin Checker, WPThemeDetector (un servizio volto principalmente a rilevare temi WordPress), Soggetto che cosa è questo et costruire con.

quali plugin WordPress utilizza un sito web - detection-de-plugin-wordpress

Per darti un'idea rapida di quanto siano accurati, prova a usarne uno o due per eseguire una rapida scansione di uno dei tuoi blog WordPress.

Va anche notato che ciascuno di questi strumenti funziona in modo leggermente diverso, il che significa che alcuni possono rilevare plug-in che altri non possono: è sempre bene utilizzare più di uno strumento per ottenere un elenco. risultati più completi. Anche combinati tra loro, questi strumenti non sono in grado di rilevare tutti i plugin su un sito web.

Scopri anche La guida dei migliori plugin WordPress da installare sul tuo blog

Segno rivelatore sul codice sorgente

Tutti i siti Web utilizzano HTML per visualizzare i propri contenuti. Il browser vede questo codice e lo mostra agli utenti, in modo che possano riconoscerlo (ad esempio i punti e le immagini etc..). Con un po 'di conoscenza, non sarà difficile vedere e comprendere il codice sorgente. Quando si desidera rilevare plug-in, di solito lo si passa.

2 - Trova la directory dei plugin

Fai clic con il pulsante destro del mouse in qualche punto del sito Web in questione e seleziona "codice pagina sorgente" dal menu a discesa che verrà visualizzato. Ora, fai una rapida ricerca nel codice sorgente sulle frasi: " wp-content / plugins / ". Qualsiasi cosa dopo quel termine nel codice potrebbe benissimo essere il nome di un plugin.

Crea facilmente il tuo sito Web con Elementor

Elementor ti consente di creare facilmente qualsiasi design di sito Web con un aspetto professionale. Smetti di pagare caro per quello che puoi fare da solo. [Free]

(nota: probabilmente ci saranno più istanze di questo termine nella pagina, se viene utilizzato più di un plug-in, ogni collegamento sarà probabilmente il collegamento alla directory di un plug-in)

Diamo un'occhiata a tre modi per trovare segni rivelatori che alcuni plugin stanno lasciando dietro di sé utilizzando Chrome (sebbene lo stesso principio funzioni anche con molti altri browser):

esplorazione del codice-sorgente-wordpress

Nota: allo stesso modo, può anche essere interessante guardare file di stile o i nomi dei file JavaScript (cercare tutto ciò che viene immediatamente prima di ".css" o ".js" nel codice) Perché questi a volte possono indicare i nomi dei plugin.

3 - Cerca commenti HTML

Alcuni plug-in lasceranno il proprio codice nella pagina a capo di commentaires HTML per aiutare gli sviluppatori a capire come funzionano. Il plugin Yoast SEO è un ottimo esempio. Con l'utilizzo del metodo "Codice sorgente pagina" descritto sopra, sarai in grado di eseguire la scansione del codice per i commenti.

ricerca-per-commento-in-the-code-wordpress

Supponendo che tali commenti esistano, ti forniranno ulteriori informazioni sui plugin!

4 - Utilizzo di elementi web specifici

Quest'ultimo metodo è spesso una soluzione che paga di più. Cercare di trovare la particolare funzione generata da un plug-in nella pagina può spesso avere successo quando tutto il resto fallisce!

Con Google Chrome, vai direttamente ad alcune funzionalità della pagina che ti interessa e fai clic con il tasto destro. Seleziona " Ispeziona l'elemento Nel menu a tendina che apparirà e accederai ad una visualizzazione suddivisa della pagina con il sottostante. Dai un'occhiata al codice e prova a trovarlo "ID" o i nomi delle classi, che vanno insieme.

Scopri anche come utilizzare efficacemente le schede del tuo browser web

Spesso assomiglia a "class = ''" o "ID = ''". Tutto ciò che viene subito dopo uno di questi attributi di codice potrebbe benissimo essere il nome del plugin responsabile della funzionalità!

view-split-google-chrome

Nello screenshot qui sopra, ad esempio, vedrai " div class = "jp-relatedposts-post" Questa è un'abbreviazione del nome di un plug-in che viene utilizzato per generare immagini degli articoli correlati in ogni articolo.  

Effettuando una ricerca su Google sulla frase, otterrai molti più risultati.

Ma prima di partire, ti invitiamo a scoprire come creare rapidamente un plugin per WordPress

Se vuoi trovare alcune risorse con cui iniziare, ecco alcuni plugin e temi di WordPress che ti consigliamo.

1. di riserva

Backup è un plug-in di backup e migrazione di WordPress per il tuo sito web. Offre gli strumenti più semplici e veloci per il backup, il ripristino o la migrazione di siti Web.

di riserva

Le sue caratteristiche sono: backup illimitato, ripristino illimitato, migrazione del sito web da un hosting / dominio a un altro, download di backup su PC locale, pianificazione di backup, download ed esportazione da Dropbox, Google Drive e Amazon S3, ecc.

DownloadDemo | Web hosting

2. BackupBuddy 

BackupBuddy è un plugin WordPress premium per migrare facilmente un sito Web da una posizione a un'altra, ma che funge anche da strumento di clonazione. La pagina Ripristina / Migra è il punto di partenza per il processo di clonazione. Alla fine del processo, BackupBuddy ti fornirà una versione completa della tua installazione di WordPress in un file zip.Backupbuddy plug-in backup wordpress migrazione clone

Avrai la possibilità di eseguire solo il backup del database o eseguire un backup completo, pianificare backup automatici, impostare diversi profili per diversi backup, in modo da poter lavorare con la versione che desideri.

In breve, il plug-in BackupBuddy di WordPress consente di scaricare e caricare - caricare - file tra l'ambiente di sviluppo e il sito Web di produzione, il che è particolarmente utile per gli sviluppatori. Tuttavia, non supporta l'estensione multisito.

Offre diversi pacchetti per i backup e i prezzi vanno da $ 80 all'anno a un pagamento a vita $ 297.

Download | Demo | Web hosting

3. perla

Pearl è un tema WordPress completamente personalizzabile, multiuso e accattivante. Accreditato da un eccellente punteggio complessivo dai suoi utenti, questo tema WordPress sarà uno dei punti centrali nella creazione del tuo sito Web, se decidi di usarlo.I temi della perla wordpress creano una società di avvio del sito Web di PMI

Con opzioni che coprono sezioni come grafici dei prezzi, profili dei membri del team, citazioni di testo e didascalie, grafici, sezioni del negozio online, supporto widget e un modulo di contatto, questo tema WordPress sarà una gioia per qualsiasi sviluppatore di siti Web.

Questo non è un tema WordPress recente, ma il supporto di accompagnamento ha continuato ad aggiornarlo, in modo che possa competere con i temi WordPress recenti, che offrono in modo nativo nuove funzionalità e tendenze nel campo dello sviluppo web.

Download | Demo | Web hosting

Risorse raccomandate

Scopri altre risorse consigliate che ti aiuteranno aumentare le prestazioni del tuo sito web e proteggerlo. 

Conclusione

Ecco ! Questo è tutto per questo tutorial. Spero che ti permetterà di scoprire facilmente quali plugin di WordPress sono utilizzati su un sito Web. Non esitare a condividi con i tuoi amici sui tuoi social network preferiti

Tuttavia, sarai anche in grado di consultare il nostro risorse, se hai bisogno di più elementi per realizzare i tuoi progetti di creazione di siti Internet, consultando la nostra guida su Creazione di blog WordPress.

Ma, nel frattempo, parlaci del tuo commentaires e suggerimenti nella sezione dedicata.

...

Questo articolo contiene i commenti 0

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre indesiderati. Ulteriori informazioni su come vengono utilizzati i dati dei commenti.

Torna in alto
20 azioni
quota18
Tweet
Enregistrer2